Acqua alta, sindaco: «Documentate i danni subiti». Le riprese da elicottero VIDEO

Dopo il picco straordinario di marea da 187 centimetri l'amministrazione comunale presenterà richiesta di stato di crisi alla Regione Veneto

«Acqua alta: si invitano cittadini e imprese a documentare i danni subiti». Dopo il picco straordinario di marea da 187 centimetri che questa notte ha colpito Venezia, l'amministrazione comunale presenterà richiesta di stato di crisi alla Regione Veneto, ai fini della successiva dichiarazione dello stato di emergenza da parte della presidenza del Consiglio dei ministri. «Tutti i cittadini e imprese raccolgano materiale utile a dimostrare i danni subiti con fotografie, video, documenti o altro - invita il sindaco Brugnaro - nei prossimi giorni comunicheremo le modalità precise per la richiesta di contributo». Sono 130 i vigili del fuoco, marcoledì mattina, impegnati nelle attività di soccorso. L'elicottero Drago 71 dei vigili del fuoco ha fatto un sopralluogo sull'isola di Pellestrina per individuare i luoghi più idonei per piazzare le pompe ad alta capacità di aspirazione. Mercoledì mattina arriva a Venezia anche il capo del corpo nazionale dei vigili del fuoco Fabio Dattilo con il capo dell' emergenza Guido Parisi e il capo della protezione civile Angelo Borrelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento