Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

La marea ha raggiunto i 187. Una persona fulminata ha perso la vita. La bora ha scaraventato barche, gondole e mezzi contro le fondamenta. Danni. Domani vertice di Zaia e Brugnaro. Preoccupa anche il Piave

Foto mezzo Actv da Facebook

L'acqua a Venezia è arrivata tra i 180 e i 190 centimetri intorno alle undici di sera. Una marea record, di molto superiore al valore del 29 ottobre 2018, quando toccò i 156. Molto vicina a quello del 1966, 194 centimentri. Un uomo di 78 anni ha perso la vita a Pellestrina. Sarebbe morto fulminato durante l'emergenza, tentando di utilizzare la corrente elettrica nella sua abitazione durante l'emergenza acqua alta. Un altro, invece, sempre a Pellestrina è stato trovato morto all'interno della sua abitazione, probabilmente stroncato da un malore.

Raffiche di bora, tutta la città è stata allagata, anche le zone più alte di Castello. E domani potrebbe succedere di nuovo. Emergenza a Chioggia e Isole. Danni e allagamenti anche sui litorali. Il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha attivato l’unità di crisi della protezione civile. Nella sala operativa regionale ci sono l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin e il direttore della protezione Regionale, Luca Soppelsa. Si stanno monitorando i danni provocati dall’eccezionale acqua alta a Venezia, con gravissime ripercussioni sull’intera laguna, e condizioni di allarme sull’intera costiera veneta mentre preoccupa la situazione di alcuni fiumi, in particolare il Piave, perché il mare non riceve. Domani alle 12 il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e il direttore del dipartimento nazionale della protezione civile, Angelo Borrelli, terranno una conferenza stampa nella sala operativa della protezione civile regionale, a Marghera, via Paolucci.

Schermata 2019-11-13 alle 00.04.13-2

Schermata 2019-11-12 alle 23.36.19-2

Le "storiche"

Il livello massimo mai raggiunto a partire dal 1923 è stato nel 1966 con la storica "aqua granda" del 4 novembre, quando il livello toccò i 194 centimetri. Tredici anni dopo, il 22 dicembre 1979, si registrò il dato di 166 centimetri. Seguono i 158 centimetri del primo febbraio 1986, e i 156 dell'anno scorso. Scuole materne e asili nido chiusi anche domani, 13 novembre, coma da ordine della Prefettura di Venezia, sia in centro storico che nelle isole. Preoccupazione anche per domattina: alle 10.25 la marea è prevista a 150, se si dovessero verificare tutte le condizioni metorologiche anticipate. Vista l'evoluzione delle condizioni meteo è stato deciso, durante un vertice d'urgenza nella sede della polizia locale di Venezia, che domani, mercoledì 13 novembre, l'attività scolastica di ogni ordine e grado sarà sospesa.

Barche accatastate. Emergenza mareggiate anche sui litorali. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Frontale drammatico a Noventa di Piave: morti tre ragazzi

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento