rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca San Marco

Acqua alta, la marea si "svuota": gravi danni sul litorale per le mareggiate

Alle 9.45 di lunedì punta massima di 102 centimetri. Previsioni riviste al ribasso dopo che domenica per l'indomani erano stati annunciati 130 centimetri. Sulla costa danni ingenti

Il maltempo e l'acqua alta hanno messo a dura prova Venezia e la provincia. Domenica è stata la giornata della paura, con una marea che ha raggiunto i 149 centimetri in centro storico e la pioggia e il vento che hanno sferzato tutto il litorale, con mareggiate che hanno causato gravi danni agli stabilimenti sulla costa.

 

LITORALE IN GINOCCHIO: DANNI PER MILIONI DI EURO

FANNO BAGNO A SAN MARCO, MIRACCO: "MENTECATTI"

 

La preoccupazione per gli agenti atmosferici, però, è rimasta anche per oggi, lunedì. L'onda di sessa aveva indotto i tecnici del Centro maree di Ca' Farsetti a rivedere al rialto le previsioni della vigilia, annunciando 130 centimetri rispetto ai 110 attesi alle 9 di mattina. In prima mattinata, però, la situazione sembrerebbe migliorata, tanto che alle 9.45 l'acqua è arrivata a un metro e due centimetri. Le prossime ore saranno da codice arancione, mentre martedì sarà contraddistinto da codice giallo: alle 9.35 del 13 novembre, infatti, sono previsti 105 centimetri.

Acqua alta record a Venezia: 149 centimetri (foto del web)

 

LUCA ZAIA: "CHIEDEREMO LO STATO DI CALAMITA'" - "Abbiamo chiesto, e attendiamo dai sindaci dei territori colpiti dagli eventi di questi giorni - ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia - un puntuale monitoraggio dei danni. Andando in giro ieri per il territorio, ho constatato personalmente quanto le famiglie, le imprese, le aziende agricole e i Comuni siano stati danneggiati. E' impensabile - ha aggiunto - che una Regione come la nostra, che paga prontamente le tasse e in misura molto superiore a quanto le viene restituito, rimanga senza il segno concreto di un aiuto da parte del Governo nazionale. Per questi motivi, appena ricevuta la puntuale risposta delle amministrazioni, la Regione si attiverà anche formalmente per chiedere lo stato di calamità".

 

REPORTAGE DI STEFANO SOFFIATO (VENESSIA.COM) IN LAGUNA

 

L'ACQUA ALTA INVADE LE CALLI E I NEGOZI

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua alta, la marea si "svuota": gravi danni sul litorale per le mareggiate

VeneziaToday è in caricamento