menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ela Costa

Foto Ela Costa

Dopo la neve della serata di giovedì in terraferma, venerdì mattina arriva l'acqua alta

Frazionate le linee dei vaporetti. Nella serata possibili ulteriori deboli nevicate. Più che altro l'allerta è per il ghiaccio che si potrebbe formare sulle strada. Serve cautela

Il maltempo ha portato con sé anche l'acqua alta, che venerdì mattina dovrebbe toccare un picco di circa 105 centimetri. A meno di miglioramenti repentini della situazione. Dopo la "spruzzata" di neve di giovedì sera, soprattutto in terraferma, le condizioni meteo non sono migliorate. I fiocchi bianchi si sono tramutati in acqua, con il pericolo gelate nelle ore più fredde della giornata. Intanto, però, in laguna il problema principale è derivato proprio dall'acqua alta, che ha causato gioco forza il frazionamento delle linee Actv. Un picco "solitario", visto che il Centro maree prevede nei prossimi giorni livelli di circa 65 centimetri. Poca cosa.

Il meteo sta infatti concedendo una tregua dopo il freddo dei giorni scorsi caratterizzati da temperature decisamente sotto la media. Nella prima metà della giornata di venerdì la colonnina di mercurio è in leggero rialzo (con precipitazioni piovose), ma la possibilità di nuove nevicate è dietro l'angolo: l'Arpav mette in guardia per possibili ulteriori deboli nevicate, specie venerdì sera. E' più probabile che i fiocchi cadranno misti a pioggia. Condizioni piuttosto difficili per la viabilità. Il consiglio è di usare molta prudenza in queste ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento