menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Acqua alta a San Marco (foto Laura Casula)

Acqua alta a San Marco (foto Laura Casula)

Acqua alta oggi a Venezia: il 31 ottobre la città "va sotto" di 140 centimetri

Previsioni confermate dal Centro maree. Notte di Halloween "ammollo" per i residenti, che alle 23.45 si troveranno a fronteggiare il picco massimo. Protezione civile e pompieri in allerta

Previsioni confermate. Non si scappa. Alle 23.45, minuto più minuto meno, l'acqua alta a Venezia raggiungerà i 140 centimetri. Potrebbe anche superarli. Negozianti, albergatori e professionisti già da stamattina lavorano alacremente per mettere in sicurezza merci ed esercizi prima dell'arrivo della "piena". Il Centro maree, infatti, ha confermato che, complice il vento di scirocco e il mare gonfio di pioggia (perturbazioni sul Veneto sono attese dal pomeriggio) scatterà il codice rosso. Un sms a i cittadini è stato già inviato dal Comune, ma la preoccupazione (come il livello dell'acqua del resto) è molto elevata.
 

Protezione civile e vigili del fuoco sono in allerta, per un fenomeno che dovrebbe interessare poco più di metà del centro storico. A San Marco l'acqua dovrebbe raggiungere i 65 centimetri, sulle rive i 40. Giovedì altro picco alle 11 di 125 centimetri, poi la situazione dovrebbe migliorare. Gradualmente. Il problema è che per 15 ore l'acqua non andrà sotto i 110 centimetri.

I timori per il maltempo investono tutta la provincia. Sono attesi tra i 60 e i 100 millimetri di pioggia. Alcuni Comuni, tra cui quello di Mira, hanno invitato la popolazione a collaborare pulendo feritoie e grondaie, in modo da agevolare il riflusso dell'acqua. Chioggia andrà "sotto". Il "baby mose", infatti, a questi livelli non può entrare in funzione. Due anni fa, esattamente nella notte di Ognissanti, le precipitazioni copiose causarono l'alluvione che in molti ricordano tra Vicenza e Verona.

 

 

LE FORZE IN CAMPO - In ragione dell’evento di “marea eccezionale” sono stati rafforzati i servizi della polizia municipale, che questa notte avrà un numero maggiore di agenti operativi in centro storico, supportati anche da imbarcazioni; sarà attivata la sala operativa sia del Centro maree che della protezione civile comunale; i volontari di protezione civile saranno presenti con alcune squadre a Mestre, in centro storico e nelle isole.

Gli operatori di Veritas provvederanno a installare e disinstallare i percorsi su passerella in base all’altezza delle maree, considerando che oltre i 120 centimetri le passerelle dovranno essere tolte in quanto tendono a galleggiare e quindi diventano inservibili; ciò significa che i passaggi non saranno garantiti o saranno ridotti dalle 22 di questa notte e fino alle 4 di giovedì mattina.

Actv garantirà i servizi sulla base del piano operativo in caso di alta marea

Il sito del Comune, che ha già attivato il “codice verde”, primo livello della comunicazione d’emergenza ai cittadini, provvederà a un costante aggiornamento delle informazioni nel corso della notte e della mattinata di domani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento