rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Ancora acqua alta in arrivo: domenica si prevede marea "molto sostenuta"

In concomitanza con un'abbassamento della pressione atmosferica di venerdì prossimo, sulla città insisterà una perturbazione. L'11 novembre quindi si potrebbe tornare a camminare sulle passerelle

Non sarà come a Ognissanti. No. Venezia, e soprattutto Chioggia, non saranno sommerse dall'acqua in modo "estremo". Da venerdì, però, residenti e turisti avranno ancora a che fare con passerelle e stivali. Il Centro maree, infatti, ha previsto da venerdì un abbassamento della pressione atmosferica con relativa perturbazione "non molto profonda", che coinciderà però con punte massime di marea astronomica sui 74 o i 77 centimetri. Il "clou" lo si avrà domenica, quando ci sarà la possibilità di una marea "molto sostenuta".

Intanto il Comune ha redatto un primo report sui dodici giorni in cui il centro storico lagunare è rimasto "ammollo", dalle ore 20 del 26 ottobre alle ore 16 del 6 novembre. In questo periodo il superamento degli 80 centimetri si è verificato 21 volte e l’acqua è rimasta sopra questo livello per 114 ore su 260; il superamento dei 110 centimetri (marea molto sostenuta) si è verificato 5 volte – di cui una con marea eccezionale, 143 centimetri – e l’acqua è rimasta sopra i 110 centimetri per 22 ore.  


La marea ha superato i 110 centimetri anche come punta minima alle ore 6.45 del 1 novembre: è la seconda volta che una punta minima rimane sopra i 110 centimetri, dopo la mareggiata del 4 novembre 1966. Anche la permanenza della marea sopra i 110 centimetri per 15 ore, verificatasi tra il 31 ottobre e il 1 novembre, si colloca al secondo posto dopo il 1966, mentre il contributo meteorologico di 111 centimetri di quel giorno figura al quinto posto nella graduatoria, e il livello di 143 centimetri all’undicesimo posto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora acqua alta in arrivo: domenica si prevede marea "molto sostenuta"

VeneziaToday è in caricamento