menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Acqua alta

Acqua alta

Acqua alta, salta la Regata dei Babbi Natale

Domenica mattina 22 dicembre la marea ha raggiunto a Venezia i 120 centimetri alle 9.55. A Burano ha toccato i 116 e a Chioggia è arrivata a 129

Ancora acqua alta a Venezia. Questa mattina, domenica 22 dicembre, in base alle previsioni del centro maree del Comune, si doveva arrivare fino ai 130 centimetri, ma ci si è fermati a 120 circa. La regata dei Babbi Natale lungo il Canal Grande è stata sospesa per il maltempo. La marea domani, lunedì 23 dicembre mattina, intorno alle 9.30, potrebbe toccare quota 140 centimetri sul medio mare.

Schermata 2019-12-22 alle 09.30.05-2

Lunedì

Il Centro previsioni e segnalazioni maree della protezione civile del Comune di Venezia ha comunicato che oggi, domenica 22 dicembre, la marea ha raggiunto a Venezia altezza 120 alle 9.55, mentre a Burano ha toccato i 116 e a Chioggia i 129 centimetri. Per domani, lunedì 23 dicembre, sono previsti 135 centimetri alle 9.25. Evento che trova giustificazione nell’onda di sessa innescata dall’alta marea odierna, che si potrebbe presentare in concomitanza con il massimo astronomico di 75 centimetri.

Il guasto

Il Centro Maree fa presente che sabato mattina i propri tecnici con la società di manutenzione sono riusciti a intervenire tempestivamente per risolvere il guasto tecnico agli apparati di comunicazione del sistema di allertamento alta marea che avevano impedito di azionare le sirene di Murano, Burano e Sant’Erasmo. Domenica tutti gli apparati hanno funzionato correttamente.

Il commento

«Senza colpevolizzare nessuno dei componenti l’attuale staff del Centro Maree, non si può non notare, dati alla mano, che più che un centro di previsione è un centro di constatazione di quello che fa la marea», il commento del presidente di Municipalità di Venezia Murano Burano, Andrea Martini. «Nel 2016 avevamo denunciato la soppressione del Centro voluta dalla giunta Brugnaro per alleggerire il bilancio comunale. Ma questo sta comportando un senso di disorientamento della cittadinanza. Chi ha l’acqua in casa o in negozio si trova a doversi affidare alla fortuna, visto che nelle previsioni non solo cambiano i livelli di marea, ma anche gli orari dei picchi di massima. Tanta approssimazione per un servizio così delicato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento