menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Actv, a bordo senza titolo di viaggio valido? Più della metà dei "portoghesi" sono veneziani

Il dato è stato confermato da Actv, in un rapporto relativo agli evasori del 2016. Un quarto delle multe viene pagata seduta stante, un altro quarto entro i termini di legge

Le contravvenzioni, dal 2015 al 2016, sono incrementate, ma a diminuire sono i "portoghesi" che pagano la multa. Come riporta il Gazzettino, Actv nel corso dell'ultimo anno ha intensificato e di molto i controlli a bordo mezzo, per sorprendere i "furbetti" del titolo di viaggio, ma a fronte di una maggiore e giusta severità, la metà delle contravvenzioni non viene pagata.

E sono proprio i veneziani a non pagare le sanzioni, con i turisti, invece, che si mettono solitamente in regola con la società che gestisce il trasporto urbano nella città lagunare. Secondo un rapporto Actv sul 2016, un quarto delle persone beccate senza biglietto valido pagano immediatamente il dovuto ai controllori, un quarto regolano le pendenze entro i termini previsti dalla legge, mentre metà finisce per non pagare, nonostante l'intervento di Equitalia.

L'obiettivo, come ha specificato Giovanni Seno, amministratore delegato di Avm e Actv, è quello di ridurre la forbice tra chi paga e chi non paga. Non basta certo che Venezia stia meglio della media delle altre città italiane, dove a pagare le sanzioni del trasporto pubblico sono solo il 30% dei multati. La manovra successiva, come specificato da Seno, è quello di dare un'ulteriore stretta ai controlli, aggravando le sanzioni. Sebbene la priorità sarebbe quella di costringere, di fatto, a pagare chi sale a bordo senza biglietto e spera di farla franca.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento