Cronaca

Domani parte la campagna abbonamenti Actv, «ma nel sito manca il format "rimborso Covid"»

Adico lancia l'allarme: «Molti utenti minacciano lo sciopero del biglietto, capiamo la loro rabbia ma è un comportamento che censuriamo e sconsigliamo»

(Archivio)

Da domani, 20 agosto, cominciano le sottoscrizioni per i titoli di viaggio annuali di Actv che potranno essere acquistati entro il 10 settembre. «Come fare, dunque, - si chiede Adico - visto che l’azienda non ha ancora comunicato come procedere per il ristoro dei pendolari in possesso di abbonamenti non utilizzati a causa del lockdown e delle chiusure forzate di scuole e di aziende?». Adico è da maggio che porta avanti questa battaglia e ha coinvolto anche il proprio ufficio legale, che ha inviato ad Actv un’azione collettiva (oltre 100 gli aderenti) per richiedere il rimborso.  

Il 20 maggio è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto Rilancio del governo che contempla appunto il ristoro per i pendolari che non hanno potuto utilizzare in pieno il titolo di viaggio del trasporto pubblico locale e delle ferrovie. Il passaggio successivo consiste nell’istituzione di uno specifico settore all’interno del sito Actv riservato alle famiglie che intendano richiedere il ristoro. «E qui casca il palco - dicono da Adico - Attendiamo da tempo questo format e grazie al buon rapporto instaurato con i responsabili di Actv siamo rimasti sempre in contatto con loro e abbiamo ricevuto risposte confortanti. A oggi, però, la situazione non si è sbloccata e tantissimi utenti ci stanno telefonando proprio perché da domani comincia la campagna per gli abbonamenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani parte la campagna abbonamenti Actv, «ma nel sito manca il format "rimborso Covid"»

VeneziaToday è in caricamento