menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In troppi sul vaporetto in ritardo, sfiorata la rissa all'imbarcadero

Caos sul pontile della linea 2, a Santa Maria Elisabetta, quando è dovuta intervenire la polizia per far scendere dal battello i pendolari infuriati

Le schermaglie tra cittadini e Actv continuano tra i canali del centro storico e, stando a quanto è successo sabato pomeriggio, anche nei pontili del Lido. La tensione e la rabbia erano palpabili tra le tante persone in attesa all'imbarcadero di Santa Maria Elisabetta, e per placare gli animi sono dovuti intervenire gli agenti delle polizia.

IN RITARDO – La rabbia della folla è esplosa dopo che, per ben 45 minuti, nemmeno un vaporetto Actv si vedeva all'orizzonte. Quando, finalmente, un battello della linea 2 ha attraccato al pontile si è scatenata quasi una rissa per salire a bordo. Le tante persone in attesa, tra carrozzine, valige e carrelli della spesa, si sono fiondate a bordo sgomitando e spingendo e, come riporta il Gazzettino, sovraccaricando l'imbarcazione. Inutili le richieste del personale Actv di liberare il mezzo, così come le promesse di un altro battello in arrivo in breve: alle suppliche dei marinai i passeggeri rispondevano con insulti e urla. Per riportare la situazione alla normalità sono dovuti intervenire i poliziotti, che hanno fatto scendere alcuni passeggeri, costringendoli ad aspettare il vaporetto seguente. In tutto l'operazione ha richiesto altri 20 minuti di tempo che, sommati ai primi 45, hanno significato un ritardo complessivo di circa un'ora.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento