menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vaporetto Actv, foto di archivio

Vaporetto Actv, foto di archivio

Actv: niente sciopero il 12 aprile. L'azienda invia nota agli Rsu contro ritardi e corse saltate

Domani pomeriggio il tavolo della Regione con il Comune, Actv, Avm, Vela e sindacati. Lunedì presidio al Tronchetto ma senza la Cisl

Tavolo dell'azienda anche oggi, per Avm parcheggi, in continuazione con i primi incontri di ieri convocati dal gruppo, ai quali i sindacati hanno partecipato in ordine sparso: Fit Cisl era presente per Actv. Altre sigle come Ugl Aft e Uil Trasporti hanno presenziato in Avm ma non intendono trattare con Actv finché non saranno ritirate le disposizioni di servizio aziendali unilaterali. In giornata è comparsa una lettera sottoscritta da 5 delle 6 sigle: Filt Cgil, Uilt Uil, Faisa Cisal, Ugl Aft e Usb, senza la Cisl. «Pur rispettando l’autonomia delle singole organizzazioni che si sono rese disponibili al confronto con un'azienda che invece rimane granitica e intransigente - si legge -, le sigle stigmatizzano questa scelta e non ne comprendono i reali obiettivi, visto il mandato ricevuto dai lavoratori nelle assemblee. Di fronte all’immutato atteggiamento aziendale appare ancora più incomprensibile la partecipazione di alcune sigle al tavolo aziendale che ha come conseguenza la rottura dell’unità sindacale e dei lavoratori». Ma c'è chi diversamente pensa di ottenere uno sblocco della situazione trattando comunque.

Domani non sono previsti tavoli perché nel pomeriggio la Regione, con gli assessori Elisa De Berti ed Elena Donazzan, ha convocato il Comune, con l'assessore Michele Zuin, le direzioni aziendali Actv, Avm e Vela, e i sei sindacati (Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Faisa Cisal, Ugl Aft e Usb). In mattinata il gruppo politico Fratelli d'Italia ha organizzato una manifestazione in campo San Maurizio alle 11.30. Lo sciopero di tre ore del 12 aprile, indetto dal sindacato di base Sgb di Danilo Scattolin, non è ammesso dalla commissione di garanzia perché non sono passati 20 giorni da quello del 26 marzo scorso, quindi è stato spostato al 23 aprile. Ma 5 sindacati (tranne la Fit Cisl per ora) hanno fissato un presidio tra le 12 e le 13 al Tronchetto, che coincide con l'orario della convocazione Actv (plenaria, navigazione e automobilistico). Sempre la commissione di garanzia, chiamata in causa dai sindacati sulla correttezza dell'atto unilaterale in fase di raffreddamento, non si è espressa.

Dopo i ritardi e le corse saltate del 7 aprile, che hanno causato polemiche nel primo giorno di applicazione delle nuove disposizioni aziendali, il direttore del personale Carlo Alberto Papaccio ha inviato una comunicazione ai rappresentanti sindacali. «La verifica dei mezzi va effettuata nei tempi prescritti e utili al mantenimento della regolarità di orario della linea assegnata», ha precisato. Sui social ieri erano comparse critiche contro il presunto "sciopero bianco" messo in atto dai lavoratori. Accuse che i sindacati hanno respinto. «Certi - ha proseguito l'azienda - che l'operato di questi ultimi giorni da parte delle Rsu sia finalizzato al miglioramento del servizio, si informa che per essere efficace dovrà essere concordato con le direzioni di riferimento e svolto unicamente in orario serale delle officine. Ogni attività che non avvenisse nel rigoroso rispetto di quanto indicato potrebbe tradursi in un'azione passibile di provocare l'interruzione del servizio pubblico».

«Il nuovo piano della mobilità Actv colpisce le aree periferiche dove, in realtà, vive una gran parte della cittadinanza e dell’utenza del trasporto pubblico - commenta il consigliere comunale Gianfranco Bettin (Verde e Progressista) - Già colpita da tagli precedenti verso Mestre, Favaro e Asseggiano, ora la comunità si vede di nuovo penalizzata dalle variazioni relative alla linea 18, sostituita con la linea 43, che modifica il percorso verso Venezia, garantito solo a partire dalle 7.40. Con un’interrogazione al sindaco ci facciamo interpreti del disagio della popolazione, chiedendo il ripristino di collegamenti adeguati e una mobilità sicura ed efficiente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento