menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza San Marco (archivio)

Piazza San Marco (archivio)

Addio maxi affissioni a San Marco, entra in vigore il nuovo decreto

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la norma che disciplina (e mette una stretta) alle pubblicità sui cantieri di restauro di monumenti storici

Niente più "nuove" maxi affissioni pubblicitarie a Venezia, per quelle già installate bisognerà attendere il termine dei contratti di sponsorizzazione. Da oggi, infatti, come riporta La Nuova Venezia, entra in vigore il nuovo regolamento per le pubblicità culturali su monumenti e palazzi.

A breve, quindi, potrebbero rimanere sguarniti di striscioni con marchi e brand Palazzo Ducale, l'Ala Napoleonica e la Biblioteca Marciana, almeno come siamo abituati a vederli. E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale sulla sponsorizzazione di beni culturali che dissa le nuove norme tecniche e le linee guida da seguire in fatto di restauri e pubblicità. D'ora in poi, infatti, per contratti di sponsorizzazione superiori ai 40mila euro sarà sempre necessaria una gara pubblica, eliminando quindi la possibilità di accordi diretti.

Ciò per tutti gli enti locali, Regione, Provincia e Comuni. In più i ponteggi, in caso di monumenti e palazzi storici, dovranno sempre riportare la ricostruzione dell'edificio interessato dai lavori, in modo da non alterare troppo la vista a turisti e residenti. Sarà possibile in ogni caso mettere in vista marchi e pubblicità, ma dovranno essere più piccole. E dovranno "rimpicciolirsi" in funzione del tempo in cui saranno visibili sul cantiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento