Cronaca

Aeroporto, addio alla Porta di Gehry. Marchi attacca ancora il Comune

Abbandono definito al progetto, ma non mancano le polemiche. Il presidente di Save attacca Ca' Farsetti che avrebbe assunto delibere contrastanti. L'investimento era di 400 milioni

E' un "no" definitivo, quello che il presidente di Save, Enrico Marchi, ha espresso al termine della presentazione del Salone della cultura di Venezia, riguardo alla realizzazione della Porta di Gehry. Diniego motivato dalla riflessione che "per costruire opere di questo tipo occorre un orizzonte di lungo periodo e un quadro normativo certo: non possiamo perderci in un dibattito infinito, autoreferenziale e inconcludente".

 

Esplicito, in tal caso, il riferimento alle contrastanti delibere assunte dal Comune di Venezia. "Mi aspettavo - spiega - un territorio che fosse tutto dietro a Save, a spingere questa opzione e invece, di fronte a queste prese di posizione contraddittorie tra il sindaco e la Giunta, mi sono domandato chi ce lo fa fare. Anche perché siamo partiti con un progetto da 400 milioni di investimento, tra aerostazione, ampiamento dei piazzali e people mover, e non possiamo quindi perderci in questo dibattito" (ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, addio alla Porta di Gehry. Marchi attacca ancora il Comune

VeneziaToday è in caricamento