menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I biglietti non ci sono, lui si lancia nel vuoto al Marco Polo: illeso

Un 40enne rumeno voleva partire per Bucarest, ma non c'era più disponibilità di voli. Si è così lanciato dell'area "Partenze", da sei metri

Un raptus di follia che avrebbe potuto costargli la vita, un gesto istintivo che ha tenuto con il cuore in gola moltissimi testimoni. Martedì un quarantenne di origine rumena si è lanciato dall’area “Partenze” dell’aeroporto Marco Polo volando per sei metri e piombando nella zona degli arrivi. E’ risultato illeso, provocando un grande sospiro di sollievo collettivo. Come riporta Il Gazzettino, l’uomo voleva dei biglietti per Bucarest ma quando ha scoperto che la disponibilità era terminata è andato subito in escandescenza.

Ha preso la rincorsa, si è schiantato a terra e poi si è rialzato come se nulla fosse. Aveva una vistosa ferita in testa, e ha continuato a battere il capo sul muro. Tragedia sfiorata, dunque. Immediato l’intervento degli addetti dell’aeroporto che hanno tentato in tutti i modi di fermarlo e calmarlo, mentre lui continuava a sbraitare e scalciare.

Sul posto pochi minuti dopo è arrivata un’ambulanza del 118. I medici del Suem l’hanno accompagnato all’ospedale all’Angelo: l’uomo è stato sottoposto a vari accertamenti per escludere traumi interni conseguenti a quella terribile caduta. Pare che l’uomo non abbia problemi psichici, il suo è stato dunque un gesto istintivo all’apparenza senza spiegazioni. Poteva andargli molto ma molto peggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento