Controlli negli affittacamere di Marghera: multe per 18mila euro

Operazioni della polizia: riscontrate violazioni di vario genere e situazioni di sovraffollamento e carenze igieniche

Il commissariato di Marghera (archivio)

Con la bella stagione sono stati intensificati i controlli su alberghi e simili, specialmente incrociando i dati delle strutture con le inserzioni sui siti internet di ricerca alloggi. Così i poliziotti del commissariato di Marghera hanno individuato una serie di irregolarità: le situazioni più gravi erano due strutture completamente abusive, che si facevano pubblicità sia online che con avvisi affissi in luoghi pubblici. Ma non solo: nelle circa 50 verifiche eseguite, quattro persone sono state denunciate: due titolari di affittacamere, uno italiano e uno straniero, per aver omesso di trasmettere le generalità degli ospiti; e altri due per aver favorito la permanenza di cittadini stranieri non in regola con il permesso di soggiorno e per falso ideologico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre sono state elevate 33 sanzioni amministrative per l’irregolarità delle strutture ricettive e per la mancata presentazione della dichiarazione di ospitalità. Nel complesso, le multe ammontano a 18mila euro. A dare impulso alle indagini sono stati anche residenti che hanno indicato alla polizia alcune strutture, segnalando situazioni di affollamento e carenza di igiene. Anche in presenza di minori, come nel caso di un appartamento in cui coabitavano 12 stranieri. Le situazioni più gravi sono state segnalate sia agli uffici locali che alla guardia di finanza per gli aspetti di competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento