«Non abbassiamo la guardia, ma no allarmismi: solo il 4% dei positivi presenta sintomi»

Lo ha sottolineato il governatore Zaia nel corso di un punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera. Il virus importato dall'estero incide per il 55% del totale

«Il virus c'è, non bisogna abbassare la guardia, ma i dati che abbiamo rispetto all'impatto sanitario sono comunque positivi». Con queste parole il presidente della Regione Luca Zaia ha voluto scansare gli allarmismi sulla situazione coronavirus in Veneto. Nel corso del punto stampa di oggi dalla sede della protezione civile di Marghera, infatti, il governatore ha sottolineato che solo lo 0,03% delle persone attualmente positive stanno male (presentano sintomi, ndr). Ad oggi, come sottolineato da Zaia, sono 5 le persone ricoverate in terapia intensiva, a differenza dei 51 del 18 maggio, la data «che consideriamo della riapertura».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il quadro Coronavirus in Veneto

Negli ultimi 3 mesi, nel territorio regionale, sono stati registrati 22 nuovi positivi di media al giorno in Veneto. Tra questi positivi, come sottolineato dal governatore, c'è un'incidenza del 55% dei casi di rientro. Delle persone provenienti dall'estero e sottoposte a tampone obbligatorio negli ultimi giorni, solo il 2,6 permille sarebbe risultato positivo. «L'incidenza è dunque minima - ha continuato Zaia - ma bisogna comunque continuare ad essere prudenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento