rotate-mobile
Cronaca

In Veneto sono ospitati 10 mila profughi dall'Ucraina. Crescono le donazioni

L'85% sono donne o ragazzi con meno di 14 anni. I veneti hanno messo a disposizione quasi 12 mila posti letto

Ogni giorno in Veneto arrivano tra i 400 e i 500 profughi, tutti sottoposti a tampone obbligatorio (con un'incidenza di positivi molto bassa): una parte si stabilizza, ma molti sono quelli di passaggio, diretti verso altre regioni o all'estero.

Ad oggi, come comunicato dal presidente del Veneto Luca Zaia in conferenza stampa, sono circa 10 mila i richiedenti asilo ospitati: 6 mila si sono sistemati da parenti, amici o hanno trovato alloggi per conto proprio, 2 mila sono stati accolti da associazioni di volontari «che non godono di contributi regionali», i restanti sono divisi tra gli hub della Regione - 389 in totale, 70 a Noale - e presso i centri di assistenza straordinaria.

Secondo i dati forniti dalla Regione, l'85% delle persone ospitate è composto da donne e ragazzi under 14, mentre in 2.699 si sono sottoposti a vaccinazioni, il 67,5% a quella anti-Covid. Non si ferma nel frattempo la gara di solidarietà dei cittadini veneti, che hanno messo a disposizione 11.780 posti letti e versato nel conto corrente regionale 667 mila euro a favore di chi fugge dai territori di guerra.

Come donare

Per chi volesse donare, i versamenti in denaro possono essere effettuati sul conto corrente intestato a "Regione del Veneto", con causale "Sostegno emergenza Ucraina" all'Iban IT65 G020 0802 0170 0010 6358 023 (Bic/Swift UNCRITM1VF2).

BANNER SOLIDARIETA' UCRAINA-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Veneto sono ospitati 10 mila profughi dall'Ucraina. Crescono le donazioni

VeneziaToday è in caricamento