Cronaca Cannaregio / calle Noal

Cammina da sola per le calli, viene aggredita da "cannibale" impazzito

La 28enne è stata sorpresa alle spalle e morsicata a volto mentre camminava in calle Noal. Ancora impossibile identificare il folle aggressore

Presa alle spalle e aggredita con una violenza inusitata, mentre era sola, in una calle a pochi passi da Strada Nova. È questo, secondo il Gazzettino, quanto capitato venerdì ad una 28enne che lavora in centro storico a Venezia. A lasciare esterrefatti, però, è il metodo dell'aggressione: la giovane sarebbe infatti rimasta vittima di una specie di “zombie”, che l'ha attaccata mordendola con forza al volto.

DA SOLA – Erano circa le 12.30 quando la ragazza ha lasciato il suo posto di lavoro per la pausa pranzo, uscendo in strada e muovendosi verso la stazione, come ogni giorno. La 28enne stava camminando lungo calle Noal, a due passi da ponte San Felice, a Cannaregio, quando ha sentito qualcuno raggiungerla alle spalle. In pochi istanti la 28enne ha finito per avere la peggio e si è trovata dolorante sui masegni vicino a Strada Nova: qualcuno l'aveva aggredita e morsicata al viso. La giovane, ferita, è rimasta da sola nella calletta per qualche minuto, cercando disperatamente aiuto, ma in strada non c'era nessuno. A soccorrerla ci ha pensato, dopo poco, una collega che l'ha vista ancora sofferente e ha subito allertato polizia e 118. Sul caso ora indaga la polizia, ma con così pochi elementi a disposizione è difficile che il “cannibale” venga identificato: unica speranza sono le telecamere del vicino hotel Ca’ Gottardi, che potrebbero aver ripreso la scena dell'aggressione e permettere quindi il riconoscimento dello “zombie”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cammina da sola per le calli, viene aggredita da "cannibale" impazzito

VeneziaToday è in caricamento