menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il video di Fornasier

Il video di Fornasier

La testimonianza: «Aggrediti da un gruppo di ubriachi sul ponte di Rialto»

Lo ha raccontato una delle vittime, Luca Fornasier, giovane guida veneziana. Un altro uomo, intevenuto in suo aiuto, sarebbe stato colpito. È successo domenica sera. Maggiori dettagli sono attesi lunedì da parte dei carabinieri e della polizia locale

Ha raccontato di essere stato aggredito a tradimento da un gruppetto di giovani ubriachi, a Rialto, dopo averli rimproverati. A riferire l'episodio è la stessa vittima, il veneziano Luca Fornasier, 25 anni, che fa di professione la guida turistica e organizza tour in città.

Le indagini: responsabili presi poco dopo

Fornasier ha pubblicato un video la sera di domenica spiegando: «Come quasi tutti i giorni stavo facendo il mio lavoro, attraverso i tour virtuali. Poco prima di collegarmi con gli utenti, verso le 18.45, ho incontrato dei ragazzi ubriachi che stavano urinando alla base del ponte di Rialto. Li ho richiamati dicendo "ragazzi, non fate queste cose"». Stando al racconto, due minuti più tardi è passata una pattuglia di carabinieri che ha richiamato i ragazzi. «Loro hanno pensato che li avessi allertati io - prosegue il giovane - e improvvisamente mi hanno aggredito da dietro e mi hanno scaraventato per terra, il tutto mentre ero in diretta con il tour virtuale».

«Erano in tre - continua - ho anche sbattuto la testa sul ponte. È intervenuto un signore per aiutarmi (un uomo sui cinquant'anni, ndr) e li ha portati via, sopra il ponte. Pensavo che la situazione fosse sotto controllo ma pochi secondi dopo ho visto il signore per terra con la bocca piena di sangue e un dito rotto. A quel punto ho stoppato il tour e abbiamo chiamato i soccorsi». «Succede sempre - dice ancora Fornasier - Ogni sabato e domenica provo a fare il mio lavoro e trovo ubriaconi senza controllo che mi molestano. Questo episodio mi ha segnato. Questi ragazzi non li conosco, so solo che vengono da Mira», precisa.

L'episodio di violenza è effettivamente oggetto di un'indagine delle forze dell'ordine, che ne chiariranno i dettagli lunedì pomeriggio nel corso di un punto stampa alla presenza del comandante della polizia locale, Marco Agostini, e del capitano Giovanni Rubino, della compagnia carabinieri di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento