menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vede la sua ex insieme ad un altro uomo, lo aggredisce a colpi di cric

Attimi di follia lunedì sera, quando un 43enne è stato fermato dai carabinieri dopo essersi reso responsabile di atti persecutori, minacce e violenza privata

Vede la sua ex compagna assieme ad un altro uomo e, obnubilato dai fumi dell'alcol, afferra il cric della sua auto e lo aggredisce, cercando di colpirlo dritto in testa. Attimi di follia a Mestre, lunedì sera, quando un 43enne del posto è stato arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile dopo essersi reso responsabile di atti persecutori, minacce e violenza privata.

L'AGGRESSIONE - L'uomo, in preda a forte alterazione a causa dell'alcol e, verosimilmente, di marijuana, intorno alle 22, giunto nei pressi dell'abitazione in cui vive l'ex moglie, un ragazza straniera, ha visto la donna in compagnia di un connazionale che la stava aiutando a trasportare la spesa in casa. L'uomo ha perso letteralmente la testa, superando il limite, reso molto labile dall'assunzione di alcol e droga, ed ha imbracciato il cric della sua auto, cercando di colpire l'altro individuo al capo; fortunatamente l'accompagnatore della donna è riuscito ad evitare i colpi ed è stato raggiunto solo di striscio, riportando una lieve ferita successivamente giudicata guaribile in otto giorni. Sono stati veri e propri attimi di terrore e panico per i presenti, tra cui due figli minori avuti dalla donna con l'ex compagno, riusciti a rifugiarsi in casa, tra le minacce, gli insulti e i tentativi di aggredire la ex.

ARRIVA LA CAVALLERIA - I militari, allertati via telefono, sono giunti immediatamente sul posto e hanno bloccato l'aggressore a poca distanza dall'abitazione mentre cercava di allontanarsi in tutta fretta ed hanno attivato immediatamente i sanitari del 118 per l'uomo colpito e per la donna, in preda a forte agitazione. Il fermato, che ha cercato di opporsi anche al controllo dei carabinieri, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e condotto in caserma a Mestre; al termine degli accertamenti l'uomo, già noto alle forze dell'ordine per il suo comportamento nei confronti della ex, è stato dichiarato in stato di arresto per maltrattamenti in famiglia, violenza e minaccia, con misura cautelare a disposizione dell'autorità giudiziaria lagunare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento