menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredì con mani e unghie il comandante della Municipale per evitare i controlli: condannato

I fatti risalgono al 2013, quando un commerciante abusivo si scagliò verbalmente e fisicamente contro il comandante della polizia locale di Jesolo, Claudio Vanin. Pena sospesa

Aggredì il comandante della polizia locale durante un controllo sulla spiaggia di piazza Milano. I fatti risalgono al 6 luglio del 2013, quando gli agenti della Municipale, con Claudio Vanin a guidare la pattuglia, si imbatterono in un gruppo di venditori ambulanti abusivi per sottoporli a dei controlli nell’ambito di mirate azioni di contrasto al commercio che si consuma sull’arenile.

Un cittadino senegalese, iniziò a reagire agli agenti, aggredendo verbalmente e fisicamente il comandante Vanin per non essere identificato, usando mani e unghie per graffiarlo al volto e alle braccia. L’ambulante, alla fine, venne arrestato per resistenza e per Vanin il pronto soccorso produsse un referto di 8 giorni di prognosi. Ora a tre anni e mezzo di distanza si è celebrato il processo contro l’immigrato, al quale il giudice ha inflitto una condanna di 8 mesi, con sospensione della pena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento