menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredisce una donna, poi si scaglia contro 2 pattuglie di poliziotti: sedato e arrestato

Non è stato semplice mettere le manette ai polsi ad un 31enne veneziano. Sorpreso ad orinare in pubblico, l'uomo si era scagliato contro una residente che lo stava filmando

È stato un Ferragosto molto caldo quello del Lido di Venezia dove, a seguito di un violento diverbio, una donna e 4 poliziotti sono finiti in ospedale. Attorno alle 19 la sala operativa della questura riceve la segnalazione di una rapina avvenuta in prossimità di piazzale Pola. Giunti sul posto a stretto giro di posta, gli agenti del commissariato San Marco hanno ricostruito quanto accaduto.

L'AGGRESSIONE

La donna ad aver lanciato l'allarme, L.B. di 62 anni, aveva notato un uomo intento ad orinare sul muretto dinnanzi la propria abitazione. Infastidita per la totale mancanza di decoro, ha prima redarguito l'uomo a parole, poi, vista l'intenzione di non desistere dall'espletare i propri bisogni in luogo pubblico, ha cominciato a filmarlo col proprio cellulare. Il ragazzo, un veneziano di 31 anni, dopo aver capito di essere ripreso non c'ha più visto e si è scagliato come una furia contro la donna, strappandole di mano il cellulare. Di lì ne è nata una colluttazione, finita con un pugno violento all'altezza del setto nasale ai danni della donna.

PER NULLA COLLABORATIVO

Giunti sul posto, gli agenti sono riusciti a risalire all'aggressore grazie alla descrizione offerta da alcuni testimoni. La pattuglia, a seguito di brevi ricerche, è quindi riuscita a risalire al 31enne, D.M.R., che sin dal principio non si è dimostrato collaborativo, tutt'altro. L'aggressore ha assunto subito un atteggiamento ostile e aggressivo, mordendo alla mano l'agente che stava cercando di ammanettarlo. Placare la sua violenza pareva impossibile, ecco perché si è reso necessario l'intervento sul posto di una seconda volante, supportata da una pattuglia della polizia locale. Ma solo il successivo intervento dei sanitari del 118 ha permesso di neutralizzare il 31enne: continuava a scalciare e dimenarsi per sottrarsi all'arresto, ecco perché si è reso necessario sedarlo.

LE PROGNOSI

Il bilancio finale parla di 30 giorni di prognosi per uno degli agenti feriti ad una mano, 7 giorni per l'agente ferita dal morso e 5 per altri due poliziotti che hanno riportato rispettivamente contusione e trauma alla spalla. La signora aggredita, invece, ha riportato la rottura del setto nasale. L'aggressore, dopo la convalida dell'arresto, invece, è stato sottoposto agli arresti domiciliari e indagato per il reato di rapina, lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo d'armi: a seguito di perquisizione, infatti, è stato trovato in possesso di un taglierino a serramanico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento