menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si rifiuta di servire il cliente ritardatario: colpito alla testa, finisce in ospedale

Vittima dell'aggressione il titolare di un negozio di kebab in zona campo Santa Margherita. Intervento dei carabinieri. Chiamata al 112 anche per due minori sorpresi a rubare

Voleva da bere nonostante il commerciante stesse chiudendo la saracinesca proprio in quel momento. E non ha accettatto un "no" come risposta. Così il titolare di un negozio di kebab in zona campo Santa Margherita a Venezia è stato violentemente aggredito, nella notte tra domenica e lunedì, per essersi rifiutato di servire il cliente ritardatario. Erano le 2.30 circa quando è avvenuto l'episodio: l'aggressore, vistosi respinto, ha afferrato un oggetto e colpito con forza alla testa l'esercente, un uomo di nazionalità bengalese. Dopodiché è fuggito.

Sul posto è stato chiesto l'intervento del 112 e dei sanitari del 118, che hanno soccorso e trasportato in ospedale il malcapitato. Sottoposto alle cure e trattenuto in osservazione, fortunatamente non è in gravi condizioni. È stato lui stesso a testimoniare quanto accaduto ai militari del nucleo natanti, fornendo una descrizione dell'aggressore e spiegando di non essere stato derubato di alcunché. Sono state avviate le ricerche del violento, in ausilio delle indagini dovrebbero esserci anche le immagini delle telecamere di sorveglianza. Non è chiaro con quale oggetto contundente l'uomo sia stato colpito.

Altro intervento dei carabinieri è andato in scena poche ore prima in piazzale Roma, in questo caso su segnalazione di alcune persone che avevano sorpreso un gruppetto di giovani ladri intenti a derubare i turisti. Gli uomini in divisa sono arrivati sul posto bloccandone due a bordo di un autobus: ssi tratta di un 15enne e un 13enne, entrambi denunciati per il reato di furto con destrezza. Per loro l'autorità giudiziaria minorile ha disposto l'accompagnamento in strutture di accoglienza apposite. Altri complici potrebbero essere invece riusciti a fuggire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento