Aggressione nel sottopasso tra via Dante e via Rizzardi, Bettin: "O lo si sorveglia o si chiude"

L'appello del presidente della Municipalità di Marghera alla Città metropolitana: "Serve una presenza costante delle forze dell'ordine a presidiarlo, è snodo cruciale"

All'indomani dell'aggressione con rapina, ai danni di una giovane donna venerdì, accaduta nel sottopasso ciclopedonale tra Mestre e Marghera, è duro il commento del Presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin: "È l'ennesimo caso di una serie lunghissima. Tra via Dante e via Rizzardi in troppi momenti la sicurezza non è garantita (e, spesso, nemmeno un adeguato contrasto al degrado). È però uno snodo cruciale di collegamento tra parti fondamentali della città - scrive Bettin - percorso di continuo da moltissime persone, e non è quindi possibile né chiuderlo - come qualcuno, allarmato dalla situazione, suggerisce, temendo che possa succedere qualcosa di ancora peggiore - né, tanto meno, abbandonarlo al suo destino. Occorre perciò ripristinare condizioni soddisfacenti di sicurezza, in primo luogo, e di pulizia e civiltà".

AGGUATO NEL SOTTOPASSO A MESTRE, PICCHIATA E RAPINATA

"Colpire i delinquenti"

"Vanno soccorsi quelli che vi trovano riparo in mancanza d’altro - scrive ancora il presidente della Municipalità di Marghera - garantendo delle alternative idonee, e va assicurata la massima pulizia e agibilità. In questo momento, in particolare, date le circostanze, va assicurato un presidio permanente, o qualcosa di simile, in modo da intervenire radicalmente, dimostrando con i fatti, con una presenza assidua e rigorosa, che quel sottopasso non è zona brada, fuori legge, ma che anzi la legge, la sicurezza, la pulizia e il decoro vi sono garantiti. Serve, dunque, almeno per un periodo, una presenza stabile delle forze dell’ordine, come già la Municipalità di Marghera ha chiesto da tempo. Oppure, - conclude Bettin - dando ragione ai più pessimisti, lo si chiuda del tutto, prima del peggio".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento