menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Corso Chiggiato (Google Maps)

Corso Chiggiato (Google Maps)

Cerca di strangolare la ex moglie per strada, un passante salva la donna

I carabinieri hanno fermato a Caorle un 37enne, accusato di tentato omicidio. Poco prima l'aveva anche rapinata

Un episodio di violenza in strada, un passante che interviente e, probabilmente, salva la vita a una donna. È successo nella zona di corso Chiggiato, a Caorle. Il salvatore è un turista: ha visto la vittima a terra e, sopra di lei, un uomo che la strozzava. Ha reagito d'istinto, si è avvicinato urlando e così il violento ha mollato la presa e la donna è riuscita a divincolarsi, raggiungendo un locale poco distante. Lì è stata assistita da altre persone, che hanno subito chiamato i carabinieri e il 118.

Botte con i figli in casa

I militari hanno raggiunto l'aggressore poco più tardi, trovandolo in stato di alterazione alcolica, e lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio e rapina. La vicenda è stata ricostruita mettendo insieme le varie testimonianze: i due, ex coniugi entrambi romeni di 37 anni, erano arrivati a Caorle pochi giorni fa assieme ai due figli: avevano deciso di trascorrere una vacanza dopo un ritrovato equilibrio familiare, seppure divorziati. Nella giornata di ieri, però, la situazione è precipitata: nel pomeriggio, mentre erano in casa, incurante della presenza dei figli minori, l’uomo ha aggredito con ferocia e senza apparente motivo la ex moglie. Lei, dopo essersi presa calci e pugni, è riuscita a fuggire di casa con i figli ma lui li ha inseguiti in strada, ha raggiunto la donna e ha continuato a colpirla. Fino a buttarla a terra e tentare di strangolarla.

In carcere

È stato l'intervento del passante, come detto, a evitare il peggio. Gli operatori dell'ambulanza hanno curato la vittima, mentre i carabinieri hanno raggiunto l'aggressore che nel frattempo era salito in auto ed era probabilmente pronto a ripartire verso l'estero. Gli hanno trovato addosso anche i soldi che aveva strappato poco prima alla ex moglie. Lei è stata dimessa dall'ospedale con 30 giorni di prognosi. Informato dell’accaduto, il pm di turno, Federico Facchin, ha disposto che l’uomo venisse ristretto in carcere a Pordenone, in attesa della convalida prevista per la mattinata di domani.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento