Bastonate sull'auto a Marghera: a far scattare la violenza forse un sorpasso azzardato

Continuano le indagini della questura in merito all'aggressione in via della Libertà a Marghera di sabato. Chi erano quei 4 o 5 armati di bastone? I furgoni erano presi a noleggio

A far scattare la violenza sarebbe stato un sorpasso ritenuto "azzardato" da coloro che si trovavano a bordo dei due furgoni. Almeno questa sarebbe la pista principale che starebbe battendo la questura per far luce sull'aggressione a colpi di bastone che si è verificata verso le 12 di sabato in via della Libertà, all'altezza dello stabilimento Fincantieri di Marghera.

Le indagini

Come anticipato, a un certo punto due minivan da 9 posti, uno grigio e uno nero, con ogni probabilità presi a noleggio, "chiudono" con una manovra a tenaglia il veicolo di un automobilista che viene costretto a fermarsi. In pochi istanti scendono dai furgoni almeno 4 o 5 persone, con il volto semitravisato da sciarpe, e colpiscono con dei bastoni l'auto, senza pietà. Un blitz durato molto poco, veloce e preciso. Dopodiché gli aggressori hanno fatto dietrofront e si sono dileguati a bordo dei minivan.

Forze dell'ordine in allerta

L'episodio ha destato un certo allarme tra le forze dell'ordine: stavano per iniziare gli eventi ufficiali del Carnevale a Venezia e in più stavano iniziando a raggiungere il capoluogo lagunare i tifosi del Bari in vista del match del Penzo di serie B. In quei lunghi minuti il gruppetto travisato (e secondo la testimonianza armato) si sarebbe potuto dirigere verso piazzale Roma o il Tronchetto, per questo motivo le zone sensibili sono state subito presidiate mentre alcune volanti hanno perlustrato le possibili vie di fuga, senza esito.

Fuga verso San Giuliano?

E' possibile, visto che sul ponte della Libertà e nell'area dell'Expo o del parco scientifico Vega veicoli corrispondenti alla descrizione fornita dall'aggredito non ne sono stati trovati, che i minivan (uno con la scritta "noleggiami" sul retro) siano transitati per il cavalcavia di San Giuliano per poi allontanarsi attraverso le varie direttrici possibili. Al vaglio eventuali telecamere di sorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento