rotate-mobile
Cronaca Santo Stino di Livenza

Agricoltore trova due kalashnikov nel suo terreno, paura a San Stino

E' accaduto sabato in località Boccafossa, il contadino ha fatto bruciare delle sterpaglie e sotto quel punto sono spuntati i mitra. Di chi sono?

Un deposito di armi nel bel mezzo di un terreno agricolo, due kalashnikov con i rispettivi caricatori nascosti in un campo chissà da quanto tempo. La scoperta è toccata ad un contadino di San Stino, proprietario di un fondo in località Boccafossa, che casualmente ha scelto proprio quel punto per agglomerare le sterpaglie da bruciare. Solo quando il fuoco era stato ormai acceso l’uomo si è reso conto che sotto ci fosse pure del ferro. Come riporta il Gazzettino, il contadino ha dovuto “scavare” tra le ceneri per trovare sotto due bei fucili mitragliatori. Gli scoppi che aveva sentito non era dunque riconducibili al legno secco, ma alle munizioni esplose una volta surriscaldate.

Chi ha nascosto quei fucili? Con quale intento? Perché proprio in quel campo? Domande ancora senza risposta. L’agricoltore ha immediatamente lanciato l’allarme, sul posto sono piombati i Carabinieri di San Stino supportati dai colleghi del Nucleo operativo di Portogruaro e del Nucleo investigativo provinciale. I due kalashnikov sono stati inviati al laboratorio dei Ris di Parma per analisi approfondite.

Il numero di matricola sarebbe ancora riconoscibile, nonostante i danni provocati dalle fiamme. Un elemento importante per poter sviluppare le indagini e arrivare al proprietario. Non è escluso che i mitra servissero ad una banda di rapinatori della zona per mettere a segno qualche colpo nel Veneto Orientale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltore trova due kalashnikov nel suo terreno, paura a San Stino

VeneziaToday è in caricamento