menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermati alla barriera di Mestre con quasi mezzo chilo di cocaina, coniugi arrestati

Due cittadini albanesi domenica sono finiti in manette dopo essere stati sorpresi con a bordo 400 grammi di stupefacente. La donna aveva con sé oltre 6mila euro in contanti

Il loro non era un viaggio di piacere. E nemmeno di lavoro "lecito". Due coniugi di nazionalità albanese di 47 e 39 anni, provenienti dalla Francia, sono stati arrestati domenica dalla guardia di finanza di Venezia al casello di Villabona. I sospetti alla barriera autostradale di Mestre sono stati sorpresi con a bordo 400 grammi di cocaina. La coppia viaggiava su un'auto con targa italiana intestata a un altro cittadino albanese con vari precedenti di polizia. 

Una volta che i militari dell'Arma hanno intimato loro l'Alt, i due non sono riusciti a dissimulare la loro preoccupazione. Sapevano di rischiare grosso. E' stato in quel frangente che la donna della coppia ha cercato in extremis di disfarsi di un involucro risultato poi contenere circa 150 grammi di cocaina. Una manovra che non è riuscita. Anzi, è stata controproducente. Attirando ancora di più l'attenzione delle fiamme gialle. Al termine dell'ispezione del veicolo sono stati sequestrati altri 250 grammi di cocaina nascosti nel vano della ruota di scorta. Sono stati, inoltre, trovati nel portafoglio della donna ben 6.450 euro in banconote di vario taglio, sequestrati in quanto ritenuti provento della compravendita di stupefacenti. La cocaina una volta immessa sul mercato avrebbe consentito di intascare circa 40mila euro. Uomo e donna sono stati quindi accompagnati l'uno al carcere di Santa Maria Maggiore, l'altra alla casa circondariale femminile della Giudecca. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento