Cronaca Lido / Alberoni

Morto l'avvocato Alberto Cagnato, trovato senza vita in casa al Lido

Il legale 63enne conviveva con problemi di cuore. Da un paio di giorni non si recava al lavoro. La tragica scoperta nel pomeriggio di lunedì

Un malore improvviso e la morte. Tragedia al Lido dove lunedì pomeriggio è stato scoperto nell'appartamento del residence nel quale abitava il corpo del noto avvocato Alberto Cagnato. A lanciare l'allarme, come riporta il Gazzettino, il portiere del palazzo agli Alberoni, contattato dal socio dello studio del legale. Cagnato, 63enne, da un paio di giorni non si recava al lavoro. Senza dare notizie di sé. Anche il fratello a quanto pare non riusciva a contattarlo. Così è scaturita la decisione di andare a controllare. Sul posto dopo la scoperta i sanitari del 118. Purtroppo, però, ormai non c'era più nulla da fare.

Negli ultimi anni l'avvocato aveva dovuto convivere con alcuni problemi di salute: sofferente al cuore, un paio di anni fa era stato colpito da un leggero ictus. Per poi riprendersi e tornare a praticare la professione. Il suo cliente più "famoso", negli anni Novanta, fu quell'elettricista Enrico Carella, difeso nel processo per l'incendio al teatro La Fenice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto l'avvocato Alberto Cagnato, trovato senza vita in casa al Lido

VeneziaToday è in caricamento