Cronaca Cavallino-Treporti

Contromano in rotatoria a Marghera, chi era il tassista che ha perso la vita

Alessandro Amadi, 47enne originario di Burano, tornava da una cena. Sembra che abbia percorso la rotonda più volte, incrociandosi con alcune auto che hanno dovuto scansarlo all'ultimo momento

Entrato in rotonda a Marghera dalla Romea contromano, è finito addosso a un'altra macchina e ha perso la vita. Tassista 47enne originario di Burano, Alessandro Amadi tornava da una cena. Una dinamica che la polizia stradale ha ricostruito verificando varie volte le immagini delle telecamere, per capire come l'uomo abbia potuto imboccare in quel modo il rondò. Sembra che addirittura abbia percorso la rotonda più volte, incrociandosi con alcune auto che hanno dovuto scansarlo all'ultimo momento trovandoselo davanti. 

A Burano Amadi lavorava e passava dalla mamma Gabriella, dalle due sorelle, Maruska e Consuelo, e dal fratello Ulisse che vivono ancora lì sull'isola. Il tassista acqueo, grande lavoratore stimato e conosciuto sul litorale, lascia una figlia piccola. Residente a Ca' Savio vicino al Caffè Grande e al supermercato A&O, da suo padre, Gianni, che ora vive a Cortellazzo, aveva ricevuto la licenza e il motoscafo per il trasporto turistico. «Una persona onesta, corretto e disponibile - lo ricorda l'ex socio Rudy Toniato - Era un'icona dei taxi in zona, dopo suo padre si era fatto conoscere guadagnandosi con ore e ore di barca il suo bel giro di affari. Avevamo fondato la società Abc Navigazione di Porto Viro, da cui io sono poi uscito. Con "Ale el Buraneo" eravamo come fratelli, facevamo cene, si rideva, ci si confidava. Attaccato alla figlia, faceva per lei ogni cosa e ultimamente voleva prendere un altro taxi e recuperare una licenza in più per allargare gli affari».

Vicinanza dal sindaco di Cavallino Treporti, Roberta Nesto, per la morte dell'uomo. «Ci uniamo al dolore della famiglia. Una scomparsa che pesa ancora di più perché lascia una figlia». Giovedì sera sembra che Alessandro fosse andato a una cena di lavoro a Marghera. Al ritorno, forse per la stanchezza, ha perso l'orientamento andando incontro al suo destino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contromano in rotatoria a Marghera, chi era il tassista che ha perso la vita
VeneziaToday è in caricamento