menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli esperti hanno eseguito più di 1.600 ispezioni

Gli esperti hanno eseguito più di 1.600 ispezioni

In un anno sequestrate più di 18 tonnellate di alimenti dai veterinari dell'Ulss3

Di questi, sette quintali non sono stati ammessi al consumo umano e sette distrutti

Più di diciotto tonnellate: è la quantità di alimenti di origine animale sequestrata dai veterinari dell'Usl 3 Serenissima nell'ultimo anno. Prodotti ittici, lattiero caseari, paste farcite, prodotti a base di carne, uova, carne, molluschi bivalvi vivi. Di questi, quasi 15 tonnellate derivano da più di 1.600 ispezioni del Servizio Veterinario di Igiene degli Alimenti di Origine Animale e loro Derivati (Svet-B), tre quintali sono stati riammessi al consumo dopo la verifica della documentazione, sette non sono stati ammessi al consumo umano, sei sono stati distrutti e un altro quintale è tutt'ora sotto sequestro in attesa di distruzione.

«Con un’opera di prevenzione e di controllo intensa – dice il direttore generale dell'azienda sanitaria, Giuseppe Dal Ben – negli ultimi dodici mesi i veterinari dell’Ulss 3 hanno tolto dalla filiera della distribuzione più di diciotto tonnellate di rischi per l’utente. Hanno fatto pulizia a vantaggio del cittadino, impedendo che giungessero sulle nostre tavole alimenti non idonei al consumo e, quindi, non corrispondenti alle nostre corrette attese. Bene che la legislazione garantisca i consumatori, indicando che cosa non va commercializzato, e bene che ci sia un’attenta vigilanza al riguardo, a tutela della salute e del diritto dei cittadini ad una sana alimentazione». Grazie a questo servizio, gli esperti controllano «la corretta applicazione, da parte degli operatori del settore alimentare, delle normative in materia di sicurezza degli alimenti di origine animale, cioè carni, latte, uova, prodotti ittici, molluschi bivalvi vivi, rane, lumache, grassi animali, gelatina, collagene, miele, novel-food - spiega il direttore dello Svet-B, Piero Vio -. Ricadono sotto la nostra attività di controllo anche i derivati di questi alimenti, e sorvegliamo alimenti e derivati in tutte le diverse fasi della filiera produttiva, dalla macellazione al trasporto, dalla trasformazione alla conservazione, dalla lavorazione alla vendita».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Attualità

Giorno della Memoria 2021: il calendario delle iniziative

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento