rotate-mobile
Cronaca San Michele al Tagliamento / Bibione

Mezz'ora di temporale e maltempo: San Michele e Bibione sott'acqua VIDEO

È successo stamattina, allagamenti su strade e scantinati. Vigili del fuoco in azione. Criticità nella vicina Lignano Sabbiadoro: pompe e idrovore in funzione, auto e camion sommersi

Forte temporale venerdì mattina e allagamenti a San Michele al Tagliamento e a Bibione. Acqua negli scantinati di alcuni condomini e immobili commerciali, nella scuola media, acqua dentro gli uffici della sede del Comando della polizia locale in via Maia a Bibione. Momenti di difficoltà dopo le 9.30, quando mezz'ora di forte acquazzone ha messo in crisi l'impianto fognario della città.

In azione i vigili del fuoco da Portogruaro, allertati dal Comando di Udine, e la polizia locale che gestisce la viabilità e coordina gli interventi. In funzione pompe e idrovore per liberare garage e cantine dall'acqua. Le forze dell'ordine, anche i carabinieri di via Baseleghe, strada andata completamente sott'acqua, stanno allertando i volontari della protezione civile perché c'è bisogno di potenziare i soccorsi. In difficoltà via delle Costellazioni, Lido del Sole, e via Maia. Stessa emergenza anche nella vicina Lignano Sabbiadoro: strade piene d'acqua e viabilità in tilt. (Foto e video Daniele Trevisiol). 

L'amministrazione di San Michele ha precisato che l'evento è risultato localizzato in zona terme e che «con l'Ufficio Lavori Pubblici ci si è subito adoperati per la risoluzione. La situazione è tornata alla normalità e verso mezzogiorno è tornato tutto sotto controllo». «Il maltempo improvviso è arrivato in concomitanza con l'alta marea - afferma il consigliere comunale di San Michele, Giosuè Cuccurullo - Nell'ultimo consiglio è stato approvato il Piano delle Acque con il progetto della cassa di espansione sotto piazza Mercato e il potenziamento della linea fognaria. Alcuni lavori, vista la particolare conformazione storica del territorio, erano già iniziati». 

Secondo i dati del Consorzio di Bonifica Veneto orientale tra le 9 e le 10 sono caduti tra i 50 e i 60 millimetri di pioggia a Bibione, un quantitativo ingentissimo (la media storica del comprensorio è di circa 1000 all'anno) che ha messo in crisi il sistema fognario urbano.

IMG-20220909-WA0011-2

Come la vicina Bibione, Lignano Sabbiadoro è stata colpita da forti precipitazioni venerdì mattina che verso le 9.30 hanno causato allagamenti specie in pineta e in riviera, un po' meno a Sabbiadoro. Sotto controllo la situazione verso ora di pranzo, ma vigili del fuoco, protezione civile, i tecnici del Consorzio Bonifiche, quelli della nettezza urbana e i Lavori pubblici del Comune rimarranno impegnati almeno fino a sera per risolvere allagamenti, rimuovere rami caduti e gestire la viabilità con la polizia locale che ha orientato i flussi del traffico. Centrale, Alisei e Corso Continenti, con tutte le vie laterali, sono andate a fondo insieme a macchine, camion e perfino un'ambulanza, ha spiegato il consigliere comunale delegato all'Ambiente e Protezione civile, Marco Donà.

Lignano Sabbiadoro scantinati allagati-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezz'ora di temporale e maltempo: San Michele e Bibione sott'acqua VIDEO

VeneziaToday è in caricamento