menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oggetto sospetto in riva San Biasio, allarme bomba e ponte temporaneamente chiuso

Dispositivo di sicurezza attivato martedì mattina. Artificieri sul posto (non distante dall'Arsenale di Venezia) insieme ai vigili del fuoco. Area riaperta poco dopo

L'attenzione resta alta in città. A dimostrarlo c'è un nuovo allarme scattato verso le 11 di martedì a causa di un oggetto sospetto individuato nelle vicinanze dell'Arsenale, a Venezia. Per la precisione in corrispondenza del ponte in riva San Biasio, prosecuzione di riva degli Schiavoni. La presenza dell'oggetto, di cui nessuno (almeno in un primo momento) ha rivendicato la proprietà, ha creato una certa preoccupazione. Tanto che qualcuno ha deciso di allertare le forze dell'ordine nel timore che potesse trattarsi di un ordigno.

Così è stato attivato, come da prassi, il protocollo di sicurezza previsto in questi casi. Sul posto, nei minuti successivi, si sono portati i vigili del fuoco insieme agli uomini della questura e del 118. Chiesto anche l'intervento degli artificieri, cui spetta il compito di neutralizzare gli eventuali pericoli. La zona del ponte è rimasta interdetto al transito per il tempo necessario alle operazioni, quindi riaperta. Sono stati numerosi, soprattutto negli ultimi mesi, gli episodi di questo genere a Venezia. In tutti i casi - compreso quest'ultimo - si è trattato di falsi allarmi. Perlopiù trolley dimenticati da turisti sbadati. In questo caso si trattava di un oggetto in un cestino che emetteva un "tic tac" sospetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento