menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto il dottor Franco Laterza, primario del pronto soccorso di Portogruaro

Nella foto il dottor Franco Laterza, primario del pronto soccorso di Portogruaro

Nuova ambulanza a Portogruaro: un mezzo in più per fronteggiare le emergenze

Al pronto soccorso un Fiat Ducato di moderna concezione con le più sofisticate apparecchiature medicali: cardiogramma a distanza e ventilatore come nelle rianimazioni

Un nuovo mezzo è a disposizione del pronto soccorso di Portogruaro per fronteggiare le emergenze sul territorio. Un Fiat Ducato 250 allestito ad ambulanza di moderna concezione, che si contraddistingue per essere fornito delle più sofisticate apparecchiature medicali.

IMG_9372 (1)-2

Cardiogramma a distanza, ventilatore intelligente

Il vano sanitario, concepito per offrire il massimo comfort a pazienti e operatori, riproduce una piccola sala rianimatoria. Tutti i componenti elettronici e gli equipaggiamenti tecnici sono attivabili sia con tasti e sia attraverso una tastiera touch screen. Tra le dotazioni sanitarie, oltre all'aspiratore portatile potenziato e un monitor defibrillatore in grado di trasmettere l'ettrocardiogramma dal luogo dell’emergenza, in questi giorni verrà installato un ventilatore del tutto equiparabile a quelli in uso presso i reparti di rianimazione. Quest'ultimo sarà infatti fornito di un sistema di ventilazione "intelligente" in grado di adattare il funzionamento ai fabbisogni del paziente anche quando vi sono cambi continui nel tempo del pattern respiratorio. Tale dispositivo può lavorare in piena autonomia sino a 8 ore senza essere connesso alla corrente, in tutte le condizioni atmosferiche, omologato anche per l'uso in elicottero.

Comfort e sicurezza

Tra le novità, vi è inoltre la presenza di una speciale sedia con cingoli, motorizzata, la quale acconsente agli operatori del 118 di scendere (e salire) le scale senza sforzo con pazienti non deambulanti. Sul fronte sicurezza, la nuova ambulanza dispone di segnalazioni a led ad elevata intensità, vanta una scorta di ossigeno maggiorata (3 bombole da 7 litri oltre a due da trasporto), un doppio sistema di batteria di cui una al gel che sostituisce quella convenzionale in caso di malfunzionamento, impedendo l'arresto del veicolo in caso di guasto. L’impianto elettrico e i comandi sono raddoppiati in modo tale che, in caso di guasto, tutti i dispositivi siano azionabili senza dover fermare il mezzo, un riscaldamento elettrico mantiene in temperatura l'acqua del radiatore anche a motore spento permettendo l'immediata partenza del mezzo anche dopo soste prolungate e a basse temperature. 

Rinnovo parco mezzi

Tutto l'allestimento interno è in Abs autoestinguente e sagomato in modo che le superfici del veicolo siano lisce facilmente sanificabili e traumatiche. L’ambulanza, costata complessivamente 126.000 euro (apparecchiature medicali incluse) è stata presentata oggi nell’area antistante il pronto soccorso di Portogruaro, alla presenza del direttore generale, Carlo Bramezza, del direttore del pronto soccorso, Franco Laterza, del direttore dipartimentale dell’Area Critica, Fabio Toffoletto, del cappellano, don Piero Rossit, che ha proceduto alla benedizione del mezzo, oltre a personale medico e infermieristico. Dal 2017 l’Ulss4 ha acquistato 3 nuove ambulanze a cui se ne aggiungeranno altre 2 per arrivare tra qualche anno al rinnovo di tutto il parco mezzi adibito all’urgenza-emergenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento