menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Centopercentoanimalisti

Foto Centopercentoanimalisti

Gli "amici degli animali" tornano a rischio sfratto: animalisti pronti ad altre barricate

I due coniugi di Tessera con la propria pensione non riuscivano più a sostenere il mutuo della casa. Sabato sarebbe dovuto scattare l'allontanamento, ma è arrivato un nuovo rinvio

Dovevano essere sfrattati lo scorso mese, ora i coniugi 80enni amici degli animali rischiano nuovamente di essere "buttati" fuori di casa. Si tratta di marito e moglie di Tessera che parecchi anni fa, spinti dall'amore per gli animali, hanno cominciato ad ospitare cani e gatti nella propria abitazione. Una scelta che li aveva spinti a cambiare addirittura casa. Quella stessa casa dalla quale rischiavano di essere cacciati sabato mattina. Almeno fino al pomeriggio di venerdì, quando è arrivato l'ennesimo rinvio (il secondo).

I problemi sono cominciati quando la banca che aveva concesso il mutuo per l'acquisto della nuova casa ha aumentato il tasso, fino ad arrivare a delle rate di importo tale che i pensionati non erano, e non sono, in grado di coprire. E il legale della coppia sostiene che gli interessi applicati superano di molto la soglia prevista dalla Banca d'italia, per un vero e proprio tasso d'usura. Ora l'istituto di credito ha intenzione di appropriarsi della casa, dopo aver ottenuto un'altra ingiunzione di sfratto.

Come nella precedente occasione, alcuni militanti dell'associazione Centopercentoanimalisti erano già pronti a presentarsi alle 8 di sabato  davanti all'abitazione dei due anziani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento