Cronaca Marghera

Ance risponde alle critiche di Portoghesi: “Anche le sue opere ritenute ecomostro”

Il presidente dei costruttori veneziani Ugo Cavallin risponde alle accuse mosse dall'architetto ("Solo finanza speculativa"), autore del discusso lungomare di Caorle, sulle pagine dell'Osservatore Romano

 

E' inevitabile che il Palais Lumiere, un'opera così importante anche dal punto di vista dimensionale, susciti forti discussioni e alimenti animati dibattiti. Il confronto di idee, quando e' aperto e privo di pregiudizi, e' un elemento essenziale. Parlare di monumento alla finanza speculativa, vuol dire deliberatamente ignorare le motivazioni che hanno portato Cardin a concepire un'opera del genere e a immaginarla nel territorio veneziano”. Ugo Cavallin, presidente di Ance Venezia, sulla torre pensata da Pierre Cardin a Marghera e raccolto da Adnkronos.
 
 
"Per quanto riguarda poi il giudizio sulla qualità del progetto - continua Cavallin - è naturale che le valutazioni possano essere molto diverse, soprattutto tra gli addetti ai lavori, progettisti e architetti. Lo dovrebbe ben sapere lo stesso Portoghesi, autore sul lungomare di Caorle del progetto del nuovo municipio e di un complesso residenziale commerciale che ha suscitato polemiche molto accese, anche tra i suoi colleghi, tanto che da più parti veniva bollato come ecomostro quello che l'autore definiva straordinario esempio di architettura. Ma concentrarsi solo sulla torre e sulle sue presunte carenze estetiche è molto limitativo. I giudizi sull'originalità e sulla qualità estetica e architettonica dell'opera sono quanto mai personali e soggettivi. Occorre allora porre attenzione su altri aspetti che la polemica di Portoghesi non coglie appieno”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ance risponde alle critiche di Portoghesi: “Anche le sue opere ritenute ecomostro”

VeneziaToday è in caricamento