menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia in palestra: ventunenne perde la vita mentre è nella sauna

Il ragazzo, Andrea Carolo, di Cinto Caomaggiore, lunedì sera è stato trovato privo di sensi da un amico a Portogruaro. Inutile la rianimazione

Improvvisa tragedia lunedì sera verso le 21.30 in una palestra di Portogruaro. Come riportano i quotidiani locali, un ragazzo di appena 21 anni, Andrea Carolo, ha perso la vita mentre si era sottoposto a una seduta di sauna assieme a un amico. A un certo punto pare che la seconda persona sia uscita per andare a prendere qualche bibita.

Nel momento in cui è ritornata, il giovane era collassato. Privo di sensi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno cercato di rianimare Andrea Carolo, ciclista dilettante, per circa un'ora. Ma gli sforzi purtroppo sono risultati del tutto vani. Alla fine non è rimasto altro che constatare il decesso del ragazzo, sulle cui cause farà luce con ogni probabilità l'autopsia.

E' infatti possibile che la tragedia sia stata causata da un malore indipendente dal fatto che il ventenne si trovasse in una sauna, come non è da escludere che i tassi di umidità elevati abbiano invece influito sull'accaduto. Sul posto anche i carabinieri della città del Lemene, che stanno indagando sulla vicenda. Per permettere gli accertamenti del caso il macchinario è stato posto sotto sequestro.


"Non ci sono parole davanti a una tragedia così grande". A trovare la forza di informare l'intero Cycling Team Friuli, che la giovane vittima frequentava dal 2013, è stato il presidente della squadra, Roberto Bressan. "La società, colpita dal grave lutto, in queste ore si è stretta attorno alla famiglia di Andrea per essere di conforto a familiari e amici - continua il presidente - Siamo sconcertati e costernati". Lo staff del Cycling Team Friuli sottolinea che in questa prima parte di stagione Andrea, giovane solare e sempre disponibile, aveva affrontato e superato tutte le visite mediche e i test di valutazione svolti con il team senza che si potesse rilevare alcuna anomalia. "E' un momento difficilissimo. La morte di Andrea ci lascia tutti nello sconforto. Ora il nostro pensiero è tutto rivolto alla sua famiglia, alla sua fidanzata e agli amici. Noi che vivevamo a stretto contatto con lui possiamo capire e condividere il dolore che stanno provando tutte le persone che gli volevano bene", ha concluso Bressan.

Il giovane era nato a San Vito al Tagliamento, nel Pordenonese, l'11 marzo 1994, ma risiedeva con i genitori a Cinto Caomaggiore, nel Veneziano. Sui social network si è subito sparsa la notizia, causando costernazione e dolore in quanti conoscevano il giovane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento