rotate-mobile
Cronaca Mirano / Via Ballò

Il miranese Andrea Spolaor inventa il motore che fa 40 km con un litro

Il reattore del domani è stato ideato da un appassionato di risparmio energetico, costerà circa mille euro e sarà applicabile a qualsiasi sistema

Percorrere quaranta chilometri di strada con appena un litro di carburante, riducendo al tempo stesso i costi e le emissioni di qualsiasi motore, meglio ancora se diesel. Speculazioni fantascientifiche? No, non più: grazie all'inventiva e all'impegno di un 40enne miranese, Andrea Spolaor, quella che poteva sembrare un'ipotesi utopistica è diventata realtà. Per raggiungere l'obiettivo è stato supportato per la parte burocratica dal ragionere Gabriele Spagnolo e per la stesura del disegno tecnico dall'ingegnere Marco Masinelli, tutti di Mirano.

PER PASSIONE – Studioso di elettronica applicata alle telecomunicazioni, ma da anni impiegato come tecnico frigorista e tra breve in forze a una ditta che si occupa proprio di energie rinnovabili, per il 40enne Andrea Spolador, residente a Ballò, quella del risparmio energetico è sempre stata una passione. La sua casa è da tempo riscaldata con un sistema di recupero dell'energia termica dei fumi di scarico, una prima versione “grezza” di quello che sarà poi il suo brevetto. Dopo aver realizzato l'impianto per la sua abitazione, infatti, Spolaor ha iniziato a raccogliere informazioni sui motori delle automobili e, dopo tanti studi e controlli chimici e fisici, ha finito per rendere pienamente utilizzabile il suo “metodo” anche per i motori delle auto.

IL REATTORE DI DOMANI – Quello che fa il piccolo reattore di Spolaor è di aumentare l'efficienza del carburante in un qualsiasi motore (meglio se diesel, visto che, come spiega l'inventore, la struttura dei meccanismi a gasolio sarebbe la più adatta). Come conseguenza del processo di “valorizzazione” dei fumi di scarico è possibile ottenere una riduzione di emissioni inquinanti e, ovviamente, anche dei consumi, arrivando a percorrere tranquillamente 40 chilometri con un litro. Dopo circa due anni di gestazione, tra prove tecniche e studi, il progetto è stato messo su carta e depositato come nuovo brevetto alla Camera di Commercio di Venezia. L'idea, garantisce l'inventore, è applicabile su larga scala, in vari ambiti e per vari tipi di motore. Si tratta infatti di un sistema poco voluminoso che potrebbe costare all'incirca un migliaio di euro, la metà rispetto ad un tradizionale impianto a gas.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il miranese Andrea Spolaor inventa il motore che fa 40 km con un litro

VeneziaToday è in caricamento