menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'anello cade in acqua durante la passeggiata, sommozzatori intervengono a pagamento

È successo sabato mattina. A chiamare il 115 due turisti stranieri, disposti a pagare per ritrovare un oggetto al quale erano evidentemente legati. Ma l'anello non è stato trovato

Sono entrati in azione per un intervento a pagamento, chiamati da una coppia di turisti stranieri in vacanza in laguna. Probabilmente per distrazione, l'anello della donna è finito dritto in canale mentre stavano passeggiando per Venezia sabato mattina, e i sommozzatori sono intervenuti in Fondamenta San Felice, a pochi passi dal ristorante Paradiso, per cercare di recuperare il monile. Invano.

Ricerche senza esito

L'operazione, infatti, non è andata a buon termine. E con ogni probabilità è stata la coppia stessa a dissuadere i vigili del fuoco a continuare le ricerche nel fondale del canale: per un intervento che esula dalle operazioni di soccorso, infatti, è a pagamento. Ci sta, dunque, fare il tutto per tutto per recuperare un oggetto con il quale si ha un legame affettivo, ma evidentemente la coppia ha deciso che il gioco non valeva la candela.

Caso simile, a pochi passi da Rialto

Un caso simile era accaduto qualche mese fa ad un 46enne di nazionalità coreana, a cui era caduto in acqua il cellulare a due passi dal ponte di Rialto. Nella circostanza, però, lo smartphone era stato recuperato con successo: la preoccupazione del turista riguardava la possibile perdita di dati sensibili: anche in quel caso, non considerato d'emergenza, il richiedente soccorso aveva dovuto pagare l'intervento dei sommozzatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento