menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I tassisti tirano un sospiro di sollievo: "Non sono valide le multe con Argos"

Il sistema di telecamere del centro storico lagunare finisce nel mirino del giudice di pace che ha annullato quattro sanzioni per eccesso di velocità del 2009 a due tassisti acquei

I tassisti tirano un sospiro di sollievo. Almeno quelli che erano stati sanzionati per eccesso di velocità grazie alle telecamere del sistema Argos. Il giudice di pace Nadia Santambrogio, infatti, come riporta Il Gazzettino, in quattro sentenze ha annullato altrettante multe emesse dalla polizia municipale nei confronti di due tassisti acquei "sorpresi" oltre il limite. Le infrazioni sono state contestate tra giugno e settembre 2009.

Probabile che le motivazioni della sentenza accoglieranno la tesi della difesa: cioè che proprio il regolamento comunale stabilisce che il sistema Argos, che si caratterizza per un sistema di telecamere sul Canal Grande, non possa essere sfruttato per comminare contravvenzioni. Motivo? I dati raccolti in questo modo lederebbero la legge sulla privacy. Niente multe.

Solo nel 2009, secondo dati dell polizia municipale, le imbarcazioni sorprese oltre il limite di velocità nei canali lagunari furono più di 500. L'occhio elettronico di Argos, infatti, permette di immortalare tutti i natanti e le relative targhe. Chi infrange i limiti viene colorato di rosso, chi invece rispetta il codice della navigazione si colora di verde. In attesa di ampliare il sistema, le telecamere sono rimaste spente per interventi di manutenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento