menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fort in Fest, cancellata la terza tappa: "Come sempre si dà priorità alla feste private"

L'ultima tappa della manifestazione per l'inclusione sociale è stata annullata per "mancato riconoscimento dell'interesse pubblico nei termini di procedimento amministrativo"

Stop alla terza tappa di Fort in Fest. L'ultimo appuntamento con la manifestazione nata per promuovere  l’incontro e il confronto tra culture diverse nelle aree più periferiche dell’area metropolitana di Venezia non s'ha da fare. La motivazione? "Negazione alla realizzazione da parte del comune di Venezia", come spiegano gli organizzatori dell'evento.

Negato l'accesso all'Arsenale

"Ci è stato negato diritto d'accesso allo spazio pubblico dell'Arsenale di Venezia, - spiegano dall'associazione - per 'mancato riconoscimento dell'interesse pubblico dell'iniziativa nei termini di procedimento amministrativo', proprio in un periodo di crescente intolleranza e violenza interculturale". Lo spazio era stato chiesto al Comune di Venezia lo scorso 19 luglio, uso pubblico dell'area e del patrocinio,  ma secondo una delibera del sindaco, "non meglio specificata dall'ufficio pubblici spettacoli, chi non ottiene il riconoscimento di pubblico interesse, o patrocinio, non può accedere all'uso dello spazio pubblico".

"Stiamo ancora in attesa del verdetto - spiegano gli organizzatori di Fort in Fest - e consideriamo la mancanza di una risposta motivata un atto di aperto disprezzo verso le iniziative e l'impegno della cittadinanza attiva. L'1 ottobre avremmo dovuto allestire la mostra Minerali Clandestini in via Garibaldi fino al 7 Ottobre, una mostra che ha suscitato vivo interesse e che ha girato più di 30 città italiane. Mentre a Venezia il procedimento amministrativo si è concluso il 29 settembre con l'avviso di chiusura del procedimento amministrativo da parte dell'ufficio pubblici spettacoli del comune di Venezia".

La polemica

"Sempre in data 29 settembre, Vela spa ci informa che nemmeno alla luce di un programma ridotto si poteva procedere alla realizzazione seppur parziale dell'iniziativa, negli spazi gestiti dalla cooperativa sociale Il Cerchio nella tesa 105, per incompatibilità di attività nell'orario successivo alle 19. Ci è stato poi comunicato che in data 7 ottobre è stata concesso l'accesso allo spazio pubblico dell'Arsenale per realizzare una festa privata con 500 invitati. Concedendo sempre e comunque la priorità alle feste private rispetto alle iniziative di interesse pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento