menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Burundi (archivio)

Burundi (archivio)

Antiquario di Scorzé in manette, trovati in casa sua 40 teschi umani

Il 56enne abita in Burundi da molti anni. Era stato fermato e arrestato all'aeroporto della capitale con due crani. Ora un nuovo sequestro

Si aggrava la posizione dell'antiquario di Scorzé finito in manette la settimana scorsa in Burundi. Come riporta il Gazzettino, l'uomo era stato bloccato dalle forze dell'ordine mentre cercava di spedire due teschi umani. Ora è arrivata anche la perquisizione domiciliare a carico del 56enne veneziano, ormai trapiantato in Africa dagli anni Ottanta.

L'ARRESTO IN AEROPORTO

Nella sua abitazione la polizia avrebbe trovato e sequestrato 40 crani umani. Da dove arrivano? A chi erano destinati? I contorni della vicenda e il ruolo dell'antiquario riveste in essa sono ancora tutti da scoprire. Ciò che si sa è che il pacco con due crani intercettato all'aeroporto internazionale della capitale Bujumbura era destinato alla Thailandia. Secondo quanto riporterebbe la radio televisione nazionale del Burundi, i reperti sequestrati appartenevano a uomini adulti e sarebbero stati dissotterrati e quindi venduti. Il "fornitore" dell'antiquario li avrebbe ceduti a 50 euro l'uno per poi essere rivenduti a 300

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento