rotate-mobile
Cronaca Noventa di Piave

Finto carabiniere truffa una 90enne: "Suo figlio rischia la denuncia, servono 2mila euro"

Il raggiro è andato in scena a Noventa. La donna ha ricevuto la telefonata del delinquente, poi presentatosi sotto casa per ritirare la somma, parte in denaro e parte in monili

Continuano le truffe agli anziani da parte di sedicenti avvocati e membri di forze dell'ordine. Se da una parte le campagne informative hanno permesso ad alcune persone più "attempate" di non cadere nel tranello, dall'altra c'è chi ancora crede nella buona fede dei truffatori, specie chi è più avanti negli anni.

L'ultima vittima è una 90enne di Noventa di Piave, caduta nella rete di un finto carabiniere. La donna è stata contattata telefonicamente, come di consueto, dal truffatore: il modus operandi sempre lo stesso. Il sedicente ha spiegato all'anziana che il figlio aveva appena commesso un incidente stradale, e rischiava di essere denunciato se non avesse consegnato immediatamente 2mila euro ad un avvocato. "Il legale verrà sotto casa sua a ritirare il denaro".

La vittima, caduta nel tranello, ha consegnato al finto avvocato contanti per mille euro, oltre a monili in oro di pari valore. Solo dopo aver telefonato al figlio la donna ha scoperto di essere stata raggirata. Le indagini per risalire al colpevole sono condotte dai carabinieri della compagnia di San Donà: a quanto si apprende, il truffatore nella stessa giornata avrebbe cercato di truffare almeno altre 3 persone nella zona del Basso Piave. L'accento tradirebbe un'inflessione meridionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto carabiniere truffa una 90enne: "Suo figlio rischia la denuncia, servono 2mila euro"

VeneziaToday è in caricamento