menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La casa si riempie di monossido di carbonio: sul posto i pompieri, anziano intossicato

L'intervento sabato sera in via Marradi, in zona via Gatta. Sul posto si sono portati i sanitari del 118 e i vigili del fuoco. E' stata accertata la fuoriuscita del gas dalla caldaia

Un nemico invisibile e inodore. Un nemico subdolo che avrebbe potuto causare una tragedia sabato sera in una strada chiusa in zona via Gatta, nel territorio del Comune di Venezia. Verso le 21.30, infatti, vigili del fuoco e sanitari del 118 sono intervenuti in una vecchia abitazione di via Marradi. All'interno un anziano sui 70 anni che avrebbe causato i sintomi di una intossicazione da monossido di carbonio. Mal di testa, giramenti. Aveva quasi perso i sensi e non rispondeva al telefono di un'amica.

Al punto che in qualche modo è stato chiesto l'aiuto degli operatori del 115. Sul posto si è portata una squadra del Comando di Mestre, oltre al nucleo ambientale. L'anziano è stato soccorso dal personale medico e sottoposto ad accertamenti. Con ogni probabilità gli esami sono continuati al centro iperbarico di Marghera. Intanto i pompieri hanno perlustrato l'abitazione per capire quale fosse il problema. I sensori hanno effettivamente accertato la presenza di monossido di carbonio, cosicché gli ambienti sono stati messi in sicurezza. Aprendo le finestre e spegnendo la stufa.

Non il primo caso del genere in territorio veneziano. In centro storico a fine dicembre dello scorso anno un anziano è ruzzolato sulle scale della propria abitazione a causa di improvvisi giramenti di testa. In quel caso furono due le persone trasportate in pronto soccorso e sottoposte in seguito a trattamenti al centro iperbarico di Marghera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento