menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora anziani raggirati, ladra scappa con collane e bracciali

Il colpo mercoledì pomeriggio a Marano di Mira. Vittima una signora che ha lasciato entrare una malvivente dai modi gentili nella propria casa

Anziani ancora nel mirino. Dopo i ripetuti casi che hanno colpito signore in là con l'età nel Mestre e nel Miranese, mercoledì è toccato a una donna residente a Marano di Mira rimanere vittima dei malitenzionati. Il più delle volte donne senza scrupoli che si presentano in maniera distinta per conquistarsi la fiducia del proprio interlocutore. Anche in questo caso, dunque, il copione non si è discostato molto dalle razzie passate. Poco dopo le 16, infatti, una malintenzionata ha suonato al campanello di una abitazione situata in una laterale rispetto alla strada principale, via Caltana.

Pare che sull'uscio della porta ci fosse una signora di mezza età che in qualche modo è riuscita a conquistarsi la fiducia della padrona di casa. In quel momento da sola e vulnerabile. Una volta all'interno dell'abitazione l'ospite con uno stratagemma è riuscito a insinuarsi nella camera da letto della vittima, appropriandosi soprattutto di gioielli. Nelle sue mani sarebbero finiti un prezioso collier in oro, un braccialetto sempre in oro e un paio di orecchini. Tutti preziosi arraffati in pochi secondi. Dopodiché per la ladra (ma non è escluso che a spalleggiarla ci fosse una complice) non è rimasto altro che salutare in maniera cortese la derubata e far perdere le proprie tracce. Quando il raggiro è stato scoperto ormai era troppo tardi.

Lo scorso fine settimana, invece, era toccato a una signora sulla settantina di Favaro rimanere vittima di una truffatrice. Con la scusa di mettere l'antifurto ai soldi i delinquenti sono fuggiti con diecimila euro in contanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento