menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Abbiamo recuperato la refurtiva", finti vigili entrano in casa e la derubano per davvero

Continuano a imperversare i truffatori di anziani, stavolta in azione vicino a piazza Emmer a Marghera. Vittima una 90enne ripulita di soldi e gioielli che custodiva nella camera da letto

Sono tornati a colpire, nella stessa via a due passi da piazza Emmer a Marghera dove si registrò già una tentata truffa a una coppia di anziani una settimana fa. Continuano a imperversare i delinquenti senza scrupoli che, approfittando della buona fede di chi è molto in là con l'età, si introducono nelle loro abitazioni per far razzia. Trovando stratagemmi sempre più elaborati. E' accaduto anche alle 13 di mercoledì, a Marghera. Ancora una volta in gioco (come in una laterale di via Miranese qualche giorno fa) è entrato anche un finto vigile urbano. O meglio, se nella vicenda precedente erano due i complici che hanno derubato un'anziana (un finto operatore Veritas e un vigile fasullo), in questo caso invece sono stati tre i delinquenti a presentarsi a una novantenne come agenti della polizia municipale. Esibendo velocemente anche una specie di distintivo o tesserino di riconoscimento. 

Alla vittima di turno è stato raccontato di aver subito un grosso furto in casa e che la refurtiva si trovava nella sede del Comando. "L'abbiamo recuperata - ha spiegato uno di loro - ma dobbiamo accertarci che ci sia tutto". Nell'affermare ciò ha anche mostrato una cornice con all'interno una foto dell'anziana e del marito: "E' sua? L'abbiamo recuperata", dichiara. Rendendo il racconto ancora più verosimile. Mentre uno dei tre intratteneva la novantenne con un turbinìo di parole, gli altri due complici hanno effettuato il finto sopralluogo. Arraffando quanto più possibile, soprattutto nella camera da letto. 

Hanno trafugato una collana e circa 350 euro. Una volta messo a segno il colpo, i delinquenti sono scappati dall'abitazione della signora. Facendo perdere le proprie tracce. L'anziana, raggiunta nel frattempo dalla figlia, si è quindi resa conto di essere stata raggirata e ha chiesto aiuto alla polizia. Intervenuta sul posto con le volanti. I controlli in zona, però, non hanno dato i risultati sperati. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento