menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il caldo continua a mietere vittime: anziani morti in casa a San Marco

La tragedia martedì mattina: i coniugi sono stati trovati privi di vita dalla badante. L'appartamento non aveva l'aria condizionata accesa

Il caldo continua a mietere vittime. Una serie che pare non volersi arrestare in questi giorni in cui i termometri raggiungono costantemente livelli record. Dopo i quattro decessi di domenica tra Mestre, Mira, Spinea e Meolo e quello a Portogruaro di lunedì, martedì mattina si è purtroppo registrata una tragedia in centro storico. Nel sestiere di San Marco.

Vittime del caldo una coppia di anziani: lui, Santina Lacchin, aveva 92 anni, lui, Sergio De Nobile, una delle storiche guide turistiche dell'area marciana, 85. Entrambi abitavano in un appartamento che in questi giorni inevitabilmente si era trasformato in un forno, visto che i due non utilizzavano l'aria condizionata. Una piccola prigione che non ha lasciato scampo ai due, trovati privi di vita poco prima delle 9 di martedì dalla badante. Entrambi erano riversi a terra. L'ipotesi tenuta maggiormente in considerazione è che uno dei due abbia improvvisamente accusato un malore, vittima del caldo soffocante. L'altro della coppia avrebbe quindi cercato di soccorrerlo, perdendo i sensi a sua volta. Gli anziani sono stati trovati riversi a terra, uno vicino all'altro. Le temperature erano veramente insopportabili anche per i soccorritori.

La badante si è presentata come ogni giorno alla porta di casa. Stavolta però il campenallo ha suonato ripetutamente a vuoto. Impossibile aprire la porta d'ingresso, visto e considerato che era chiusa a chiave dall'interno. Il fatto che dopo alcuni minuti non c'erano ancora segni della presenza dei proprietari all'interno l'ha indotta a lanciare l'allarme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno sfondato la porta. Dopodiché è stato chiesto l'aiuto anche dei sanitari del 118 e delle forze dell'ordine. I due anziani erano poco distanti, esanimi. Nessun dubbio da parte del medico legale sul fatto che le vittime siano state stroncate da temperature insopportabili, non solo durante le ore più calde della giornata, ma anche in quelle notturne. Ai sanitari non è rimasto altro che constatare il decesso dei coniugi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento