Cronaca

Aperitivo dopo aver ceduto la dose: in casa cocaina e 4mila euro, due in manette

Gli agenti della polizia di Mestre hanno arrestato due spacciatori di 20 e 22 anni. Si erano creati una rete in prossimità di Corso del Popolo

Si erano creati il loro business di spaccio in prossimità di Corso del Popolo, in particolare tra le vie Roma, Napoli e Genova. Gli agenti del commissariato di Mestre, dopo aver osservato i loro spostamenti e modus operandi per qualche giorno, hanno arrestato B.M. di 22 anni e M.A. di 20, entrambi cittadini albanesi con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti.

Il culmine dell'operazione è stato raggiunto giovedì, quando gli investigatori hanno pedinato e osservato in particolar modo uno dei due pusher, il quale, dopo aver ceduto l'ennesima dose, si era concesso un aperitivo in un bar di Corso del Popolo. Gli agenti lo hanno perquisito e arrestato, estendendo i controlli anche nel suo appartamento, dove si trovava, in quel momento, anche il suo "compare". All'interno dell'abitazione, i poliziotti hanno trovato 25 dosi di cocaina già pronte per essere cedute, 4mila euro in banconote di vario taglio e tutto l'occorrente per pesare e confezionare la droga.

Gli agenti hanno anche ricostruito il sistema collaudato dei due spacciatori, che venivano contattati dai "clienti" via telefono per stabilire ora e luogo dell'incontro. Lo scambio di denaro e cocaina avveniva in maniera rapida, per non dare nell'occhio. Dopo le formalità di rito, i due giovani sono stati arrestati e, su disposizione del gip, ristretti ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperitivo dopo aver ceduto la dose: in casa cocaina e 4mila euro, due in manette

VeneziaToday è in caricamento