È tornato in funzione l'imbarcadero di San Tomà danneggiato dall'acqua alta

Sono serviti 90 giorni di lavorazione e 300mila euro di investimento per riportare il pontile alla normalità. La prima corsa della linea 1 è partita questa mattina alle 5.08

Ha riaperto questa mattina, con la prima corsa di linea 1 delle 5.08 in direzione P.le Roma e delle 5.27 in direzione Lido, l’impianto di San Tomà, uno dei punti nevralgici della rete di trasporto pubblico veneziana e imbarcadero tra i più utilizzati dalla cittadinanza. Sono stati necessari 90 giorni di lavori e una spesa di poco inferiore ai 300mila euro per riparare i danni che l’acqua granda del 12 novembre aveva causato all’approdo.

I lavori all'imbarcadero

I lavori, nello specifico, hanno riguardato la struttura in calcestruzzo, il piano di calpestio, i gruppi pali di ormeggio, gli impianti elettrici e le dotazioni tecnologiche di supporto allo svolgimento del servizio di trasporto pubblico, per un’area che si aggira intorno ai 200 metri quadri di superficie. «Abbiamo ripristinato uno degli approdi strategici per la città - ha dichiarato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro - Voglio ringraziare i progettisti, gli operatori e i tecnici della ditta esecutrice, i dipendenti del gruppo Avm/Actv che hanno operato anche durante il periodo di emergenza sanitaria per consegnarci il pontile nuovo. È un altro segnale della forte volontà di Venezia di voler tornare, nel più breve tempo possibile, alla normalità»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Vorrei ringraziare innanzitutto le strutture tecniche del Gruppo Avm - ha sottolineato Giovanni Seno, direttore generale Avm - che con grande professionalità hanno lavorato in modo impeccabile su questo cantiere particolarmente significativo tanto per la rete di navigazione e la città nel suo complesso, quanto per il significato simbolico che questa riapertura ha rispetto alla marea eccezionale del 12 novembre e per il periodo in cui si sono svolte le lavorazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento