menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carnevale: inaugurazione atto secondo, con il "pianista sospeso" e il corteo acqueo

Ha preso il via alle 11 di domenica la seconda parte dell'apertura della kermesse. Un grande pubblico ha accompagnato l'esibizione "ad alta quota" del pianista funambolico Zanarella

Dopo la grande e suggestiva apertura di sabato sera, con il doppio spettacolo sull'acqua, domenica si è svolta la seconda giornata inaugurativa del Carnevale di Venezia in laguna. Il colorato e vivace corteo acqueo organizzato dal Coordinamento delle Associazioni Remiere di Voga alla Veneta ha incantato tutti: salpato alle 11 da Punta della Salute, ha percorso tutto il Canal Grande per approdare in Canale Cannaregio, in un tripudio di folla assiepata sulle rive. Si tratta di una processione di barche mascherate, tra cui quelle storiche delle remiere come la batela buranela, il sandalo col “parecio”, la caorlina, la peata, alcune delle quali decorate dal laboratorio scenografico Mistero Buffo con delle polene a foggia di animale. Uno spettacolo unico, con barche travestite da magoga, astice, cavalluccio marino, pesce, gallo e altri animali.

LO SPETTACOLO ACQUEO SUL CANALE DI CANNAREGIO

In contemporanea alla sfilata del corteo acqueo, sempre alle 11 ma all'altezza della Pescheria lungo il Canal Grande, è andata in scena anche la performance di Paolo Zanarella, che con il suo "Pianista fuori posto" ha intrattenuto la folla suonando il proprio pianoforte sospeso sull'acqua, accompagnato da un coro. Una riproposizione dell'esibizione dello scorso anno, ma con una difficoltà aggiuntiva. Stavolta, infatti, oltre a suonare sospeso ed in movimento, il pianista ha dovuto andare a tempo con il coro Blubordò, che da un vicino pontone ha dato il "la" ai brani. Un vero e proprio concerto acrobatico, a cui hanno avuto l'onore di partecipare 100 fan selezionati da Zanarella attraverso un contest su facebook, tra oltre 8mila partecipanti. Presente anche la cantante soprano Stefania Miotto.

Alle 12 il clou della festa veneziana, con l'arrivo del corteo acqueo e l'apertura degli stand gastronomici dell'Associazione Esercenti Pubblici Esercizi (AEPE) che hanno offerto le squisite prelibatezze della cucina tipica veneziana, dai cicheti ai bigoli in salsa, fino ai dolci della tradizione, fritole e galani, il tutto accompagnato da musica e animazioni: il corteo acqueo a mezzogiorno ha fatto il suo ingresso in Canale di Cannaregio dove era atteso da due ali di folla e migliaia di turisti e veneziani, circa 15mila. Dal palco allestito prima del ponte dei Tre Archi il Delegato alla tutela delle tradizioni del Comune di Venezia, Giovanni Giusto assieme all’amministratore unico di Ve.La. SpA, Piero Rosa Salva e all'assessore al Turismo, Paola Mar hanno scandito il count down per dare il via al gioco di colori e palloncini usciti dalla coda della Pantegana, il simbolo della Venezia che non muore e resiste. 

"Grazie a tutti i veneziani che hanno voluto essere qui oggi e al loro impegno per realizzare questa festa assieme ai soci dell'Aepe - ha detto Giusto - oggi Venezia voleva essere protagonista e aveva voglia di farlo. E i veneziani sia quelli in barca che quelli qui sulle rive hanno dimostrato di esserci ancora". "Sono emozionato non mi aspettavo uno spettacolo unico come questo - ha quindi aggiunto Marco Maccapani - i veneziani sono davvero capaci di fare grandi cose. Il pianista che suonava sospeso sulla gru e la gente che ballava sulle rive sono una fotografia che rimarrá a lungo nella mia memoria. E poi il tuffo in questo Rio di Cannaregio, quello che non ti aspetti. Non poteva esserci prologo migliore per il mio primo Carnevale. Ora mi aspetto che i veneziani si vestano in maschera e scendano in strada anche nelle prossime due settimane quando la festa entrerá nel vivo e aprirá il Villaggio delle meraviglie di San Marco".
 

Segui la diretta del Carnevale:

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento